GIULIA CASTAGNA, ALPINISTA CON LA PASSIONE PER LA FOTOGRAFIA

Data:

Un po’ alpinista e un po’ fotomodella, un po’ ragazza da scarponi e outfit da montagna, un po’ fotomodella da tacchi e vestitini primaverili. Giulia Castagna ha 27 anni ed è nata in Provincia di Vicenza, ma il fascino è sempre stato quello delle “sue Alpi”, del Trentino, del Tirolo e dei posti in cui c’è da arrampicare per riuscire a trovarsi davanti scenari incantevoli. Forse per quello, col passare degli anni, ha capito cos’è davvero la bellezza, si è innamorata dell’estetica e ha deciso di coniugare il suo amore per l’arrampicata con quello per la fotografia. Due binari paralleli che si sono incrociati all’improvviso, trasformando la sua naturale timidezza e riservatezza in un’arma in più che la distingue dalla massa delle altre fotomodelle. Per lei la differenza la fa l’eleganza, il contesto e il modo di porsi davanti all’obbiettivo. Ma Giulia resta la ragazza qualunque, caratterizzata dalla passione per la montagna e da un autentico amore verso la sua professione di operatrice socio-sanitaria “che mi permette di stare a contatto con gli anziani, che hanno sempre qualcosa da insegnarti”. Una ragazza profonda che “parla” con i suoi colori chiari e i lineamenti dolcissimi…

Partiamo dalla fotografia, come inizia il tuo rapporto con questo mondo?

Fin da bambina mi piaceva essere fotografata, lo trovo un modo utile per rivivere i ricordi! Quando inizieranno a svanire, avendo le fotografie potranno riaffiorare uno dopo l’altro.

E in questo campo stai avendo successo…

Quasi tutti i giorni ho un fotografo che vorrebbe scattare con me dicendomi che sono una ragazza diversa dalle altre: in effetti… è vero! Non sono una semplice fotomodella e quindi mi piace mettermi in gioco, mi piacciono gli stili glamour, intimo e ora ho già pronto un progetto in intimo e glamour nelle pareti di arrampicata vicino a casa…

Insomma, un nuovo modo per raccontarti…

La fotografia mi piace molto, penso che vi sia sempre un elemento del mio viso in grado di catturare l’attenzione. Forse il sorriso, forse gli occhi… lascio a voi decidere.

Che rapporto hai con i social?

Mi piace trasmettere la mia felicità e il senso di appagamento quando sono a contatto con la natura oltre a pubblicare scatti e ricordi su Instagram o Facebook.

E sui social compare con forza il tuo rapporto con la montagna…

È iniziato tutto 4 anni fa con l’arrampicata su roccia, poi ho capito che la mia vera passione è la quota: mi sento viva, mi sento me stessa, così ho iniziato con i 3.000 e i 4.000 metri, il mio amato Monte Cervino, il Monte Bianco, e ne ho tantissimi ancora da fare… se non fosse che mi ha bloccata una tibia rotta due mesi fa mentre sciavo! In più ci si è messo il Covid-19…

Ma la montagna era comunque nel tuo dna…

Già da piccolo quando andavo a camminare con mamma in montagna il fine settimana e alzavo gli occhi fissando alcune pareti che si innalzavano intorno a me, mi chiedevo se ci si potesse arrampicare e arrivare su in cima in minor tempo invece di fare tutto il sentiero. Da lì capivo che quella inclinazione prima o poi si sarebbe sviluppata! La montagna tuttora mi trasmette tutto quello che la società moderna non riesce a darmi: sebbene ripercorra magari un sentiero già fatto 100 volte… ogni volta è diverso, ogni alba è diversa, ogni tramonto è diverso.

Eppure la montagna è anche rischio, brivido, adrenalina, soprattutto ad una certa quota.

È successo di andare incontro a qualche piccolo incidente, però non mi ferma la voglia di ritornarci! Certo è che smessi i panni dell’alpinista, vesto quelli dell’altra Giulia. E allora sono l’esatto opposto: vestitini, tacchi, cappellini di paglia, ma sempre col sorriso e con la mia semplicità.

Hai un sogno da realizzare?

Spero di aver completato le seven summit e di poter essere mamma, con un figlio innamorato come me della montagna!

Luca Fina

CONTATTI SOCIAL
https://www.instagram.com/castagnetaa/?hl=it

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

Alessandro Piovan… per una bellezza CHIC e non SHOCK!

Alessandro Piovan è un truccatore, che spesso e volentieri si...

Leo Gullotta sul palco del Teatro Maria Caniglia Domenica 7 gennaio per il quarto...

  Grande appuntamento Domenica 7 gennaio alle ore 18:00 presso il Teatro Maria Caniglia...

Lavia è “Il padre” di Strindberg

Dal 23 gennaio al 4 febbraio al Teatro Quirino...