Dal 3 settembre è disponibile in rotazione radiofonica “… DI MODA”, il nuovo singolo di MASSIMETTO.

“… Di moda” è la storia di un amore a prima vista con una ragazza conosciuta al mare, talmente bella che l’autore a malapena riesce a presentarsi, ma ci prova lo stesso cantandole l’iconico “Hello, I love you. Won’t you tell me your name?” dei Doors. Utilizzando lo stile di Jim Morrison e citandone gli indimenticabili successi, Massimetto ci regala una canzone d’amore che vuole anche essere un omaggio all’artista scomparso cinquant’anni fa.

Raccontaci chi sei in qualche riga.

Amo la musica da sempre, da bambino andavo ad ascoltare tutti i concerti che facevano a luglio nella festa del paese e andavo lì fin dal pomeriggio per ascoltare anche il sound check. All’età di diciassette anni, insieme ad altri quattro amici, decidemmo di formare un gruppo, due di loro erano già dei bravi chitarristi e decisi così di iniziare a suonare il basso. Da quel giorno non mi sono più fermato e continuai a suonare come bassista in molte band della mia zona, Latina, avvicinandomi sempre di più al blues, al soul e al funk. Nel 2016 è iniziato il mio percorso da artista, feci ascoltare la mia prima composizione ad un editore di Latina (Gianni Rodo) e lui mi incoraggiò a completare il disco. A settembre di quello stesso anno uscì l’album “Lezioni di inglese”. Nel 2017 feci molti concerti in alcuni club per far conoscere la mia musica, allora il repertorio era composto da brani inediti e da cover di blues, soul e funk, tra i più importanti aprii il concerto ad Amara nel suo “Pace tour”. Nel 2018 esce il mio secondo lavoro “Amore semplice”. In questi ultimi anni, durante la pandemia, ho lavorato al mio terzo album e recentemente, il 6 settembre, è uscito il suo primo singolo “… Di moda”.

Ricordi ancora la prima volta che hai ascoltato un pezzo dei Doors?

Ero ad una festa e il DJ, mentre selezionava le solite canzoni dance, inserì “Roadhouse blues” e dopo quella serata andai a comprare l’album “Morrison hotel” che contiene quel pezzo. Involontariamente presi il loro album più blues…

Cos’è più importante nella vita di un artista: l’ispirazione o la disciplina?
Senza dubbio l’ispirazione. Credo che senza di essa le canzoni non possano nascere. Suppongo, però, che anche la disciplina sia molto importante poiché esistono diverse tecniche di scrittura che ogni artista affina strada facendo.

Qual è la situazione ideale per ascoltare “… Di Moda”?

Io la ascolterei in macchina con qualche amico che canta a squarciagola il ritornello. Un giorno spero di vedere situazione.

Ci racconti un aneddoto su qualche concerto cui hai preso parte?

Molti anni fa, accompagnai mio cugino minorenne a vedere il concerto dei “Litfiba”, i poliziotti mi fermarono all’ingresso e mi perquisirono dalla testa ai piedi facendoci perdere così i primi cinque minuti del concerto… questa non fu l’unica volta che successe una cosa del genere, credo che la mia faccia non sia molto simpatica ai poliziotti.

Qual è stato invece il più bel concerto cui hai assistito?

Correva l’anno 2009, BB King a Roma, era la seconda volta che andai ad un suo concerto ma questo fu indimenticabile in quanto riuscì a farmi una foto con lui. Quella foto è tutt’ora dentro la mia stanza incorniciata e conservata come “La Gioconda”.

Morgana Grancia

“... Di moda” è la storia di un amore a prima vista con una ragazza conosciuta al mare, talmente bella che l’autore a malapena riesce a presentarsi, ma ci prova lo stesso cantandole l’iconico “Hello, I love you. Won’t you tell me your name?” dei Doors. Utilizzando lo stile di Jim Morrison e citandone gli indimenticabili successi, Massimetto ci regala una canzone d’amore che vuole anche essere un omaggio all’artista scomparso cinquant’anni fa. Raccontaci chi sei in qualche riga. Amo la musica da sempre, da bambino andavo ad ascoltare tutti i concerti che facevano a luglio nella festa del paese…

0

User Rating: Be the first one !

<h2>Leave a Comment</h2>