NAOMI MOMSEN, UNA FOTOMODELLA FRA ELEGANZA, FEMMINILITA’ E FEDE

Fascino ed eleganza, uniti a fede ed entusiasmo. Naomi Momsen è una fotomodella (e non solo) assolutamente sui generis, capace di stupire tanto per una frase quanto per una posa. In questa intervista, si svela in esclusiva e racconta la propria carriera e la propria vita.

Riavvolgiamo il nastro e… presentati al grande pubblico!

Sono Naomi Momsen, ho 24 anni e vivo nella città eterna, Roma! Nella vita mi occupo di posa fotografica a livello professionale, lavoro come hostess di terra e intervistatrice, e sono make up artist! Ho studiato lingue e ho successivamente seguito corsi di trucco, acconciatura e nail art, un po’ per passione personale e anche perché adoro occuparmi da sola della mia bellezza: nel mio lavoro essere sempre al top è fondamentale, e sono fiera di poter essere io l’artefice di un look estetico così curato!

Come nasce il tuo rapporto con la fotografia?

La mia avventura inizia intorno ai 18 anni, fui contattata su Facebook da un fotografo che mi voleva come soggetto per la realizzazione di un suo progetto personale. Accettai e decisi di mettermi in gioco, e dalla prima volta capii che mi sentivo estremamente a mio agio davanti all’obiettivo, e che la resa fotografica era molto buona. Dopo la pubblicazione sui social dei primi scatti fui contattata da diversi fotografi interessati a ritrarmi. Iniziai così a scattare molto spesso e a fare gavetta per i primi due anni. Fino a quando arrivai a ricevere vere e proprie proposte lavorative, e la mia passione diventò professione.

Da allora, non ti sei più fermata.

Dopo sei anni, guardando indietro sono fiera del mio percorso; sono cresciuta tanto, ho imparato ad essere più sciolta e consapevole del mio corpo, di come rende la mia espressività. Ad oggi sono sicura di me stessa, rilassata. Ho imparato ad approcciarmi con persone di qualsiasi tipo, ad essere versatile, camaleontica, a sviluppare idee artistiche e concretizzarle. Il mio obiettivo è sempre quello di lasciare le persone che lavorano con me soddisfatte a livello professionale e personale, e vorrei che mi ricordassero come una persona appassionata, competente, precisa, gentile, e che gli ha portato una ventata di positività e gioia. In questo lavoro i rapporti professionali e umani sono fondamentali, e la gioia che provo ogni volta che sento l’entusiasmo dei miei clienti dopo aver lavorato con me, è indescrivibile. È questo il motivo per cui mi sento cresciuta a livello professionale e personale. Ho incontrato persone fantastiche nel mio cammino, artisti, persone fuori dal comune, di cuore, e persone meno corrette. Ma saluto tutti con affetto, siete stati tutti dei tasselli fondamentali per la mia crescita, grazie per aver fatto parte del mio percorso.

Naturalmente, non ti sei mai fermata e non hai mai avuto paura di sperimentare…

Vi ho appena raccontato la storia della mia carriera come fotomodella, a cui si sono accostate, parallelamente, altre passioni e professioni, che camminano a braccetto con la posa fotografica: make up artist e hostess. L’arte ha fatto parte di me sin dalla mia nascita, in molte delle sue forme. Sin da piccolissima iniziai a disegnare e dipingere, fino ad arrivare a disegnare dal vero intorno ai 10/11 anni con soggetti naturali e umani. Insieme all’arte portavo avanti la passione per il canto e la musica e per la danza. Tutto ciò che era armonia ed espressione mi attirava in un modo pazzesco. Il make up per me è un modo artistico di esprimersi con la propria bellezza e col proprio corpo. Adoro realizzare progetti di make up artistici, fuori dal comune e particolari, e giocare con i colori. Essere truccatrice e creativa mi aiuta moltissimo sui set, perché sono in grado di essere autonoma nel concretizzare le idee artistiche dei fotografi. Proprio la mia inclinazione a vedere e notare arte anche nelle cose più semplici, mi ha fatto appassionare all’idea dei viaggi e di conseguenza mi ha portato a studiare lingue, proprio perché speravo di avere una carriera che mi portasse anche a girare il mondo. Grazie a questa competenza, sono arrivate richieste lavorative come hostess, e intervistatrice in traduzione simultanea. Vediamo dove mi porterà ancora questo viaggio, ma sono felice di vedere come si aprono sempre nuove porte che mi regalano nuovi stimoli e soddisfazioni.

Eppure la fotografia è davvero qualcosa di speciale per te…

Ciò che mi ha dato la spinta e la grinta necessaria per trovarmi dove sono ora, in un momento in cui mi vedo nel bel mezzo della mia crescita e realizzazione, è essere stata forte e determinata in quello che invece è stato forse il periodo più buio e difficile della mia vita. Sono una persona che davanti agli ostacoli non si ferma, ma tende a prendere ancora più la rincorsa per saltare più in alto e superarli. Così è stato nel momento in cui ho perso mio padre. Con la sua scomparsa mi ritrovai a dover fare i conti con le responsabilità schiaccianti che mi erano scivolate addosso, e ovviamente il dolore per la sua perdita.

Insomma, sei dovuta crescere in fretta.

Improvvisamente mi sono trovata a dover provvedere per me e per mia madre, ad un’età così giovane. Mi misi in testa che dovevo essere autonoma, che dovevo crescere e fare carriera, per non fare mancare nulla a me e mia madre. Inutile dire che con la testa dura che mi ritrovo … Fu così dal primissimo mese e non fece altro che migliorare. Mio padre credeva in me e mi portava sul palmo della sua mano, la forza che ho, la gentilezza, l’onestà, e la capacità di amare… sono tutti valori che devo a lui, al modo in cui mi ha amata e cresciuta mettendomi davanti a tutto e perfino sé stesso, e so che se mi guardasse ora penserebbe che i suoi sacrifici e i suoi insegnamenti abbiano trovato un buon terreno in cui sbocciare. Il suo ricordo mi dà forza ogni giorno. Da questo momento sono arrivate bellissime soddisfazioni, una dopo l’altra. Sono contenta che le persone con cui ho lavorato abbiano colto questa grinta in me, e mi abbiano proposto lavori interessanti, come le collaborazioni con Playboy, o per mostre fotografiche, insieme all’opportunità recente di poter lavorare anche come intervistatrice in ambito sportivo, in particolare quello dei motori. O le recenti richieste di pubblicazioni in riviste internazionali e Americane. Posso solo dirvi che presto vedrete delle sorprese e scoprirete nuove collaborazioni. Tenetevi aggiornati!

Che rapporto hai con i social?

Il mio rapporto con i social, ahimè, è un po’ un “t’amo e t’odio”. Sono assolutamente riconoscente ai social per il fatto che è proprio da Instagram e Facebook che arriva il 90% delle mie richieste lavorative. Instagram in particolare è stato per me una fantastica vetrina, in cui ancora giornalmente posto novità sui lavori fatti o aggiornamenti su quali saranno le mie prossime trasferte lavorative. Ma devo ammettere che ho periodi in cui sento la necessità di staccare totalmente, e di vivere la vita solo ed esclusivamente attraverso i miei occhi e non attraverso uno schermo. La bellezza della vita è proprio nella sua semplicità e realtà, quindi periodicamente smetto di controllare i direct o aggiornare le storie per un paio di giorni, e mi dedico alle persone che amo, alla natura e a ciò che più mi fa stare bene. Non mi reputo assolutamente un’influencer, non sono ancora a tali livelli. Ma posso dire che mi piacerebbe arrivare un giorno a lavorare con i social ancora di più, magari pubblicizzando brand. Potete trovarmi sui social con il mio nome d’arte!

Che immagine vuoi veicolare tramite i social?

Sui social tendiamo tutti a mostrare il lato migliore di noi, il profilo migliore, e l’outfit più carino. Molti si creano vere e proprie identità alternative. È facile far credere di avere un certo tipo di vita attraverso i social, è facile ingannare, pompare al massimo il proprio ego, e spesso si rischia di esagerare, si ha come questa idea che tutto sia concesso, diversamente dalla vita reale, e spesso ci si ritrova a vivere in un’enorme bugia ed illusione. I social sono un’arma a doppio taglio. Non ne posso più di sentire storie di tradimenti virtuali, infedeltà, cyberbullismo e cattiveria gratuita. Si dice sempre che è facile essere leoni dietro ad uno schermo, credo non ci sia nulla di più vero al giorno d’oggi. Posso dire che quello che interessa a me è tutt’altro.

Ecco perché non c’è solo l’immagine come filo conduttore del tuo personaggio.

Ovviamente essere me stessa significa anche condividere i successi lavorativi, le foto che più lasciano senza fiato quelli che sono i miei followers e spettatori, perché punto ad eccellere nel mio lavoro, e mostrarlo sui social, come ho già detto, è un po’ un dovere. Il mio profilo è infatti strettamente lavorativo. Ma voglio che chi mi segue possa avere un’idea di chi è Naomi. Solo una bella ragazza che fa la fotomodella? Assolutamente no. È per questo che ogni volta che posso condivido pensieri, riflessioni, consigli che riguardano la vita, in particolare argomenti come la salute mentale, sociale, l’interiorità e la psicologia, e a volte la fede. Voglio che le persone capiscano che ciò che più conta per me è la bellezza e il benessere interiore. Se tutti stessimo bene, sarebbe un mondo migliore, sicuramente con meno invidia, rivalità, rancore, e cattiveria verso il prossimo. Se mai il mio seguito dovesse aumentare nel tempo e dovessi effettivamente lavorare anche come influencer, questi sarebbero gli argomenti che continuerei a portare avanti.

Insomma, vuoi essere un esempio…

Dentro di me, il desiderio più grande è quello di poter essere un esempio positivo e di portare effettivamente un cambiamento positivo. Da sempre sono paladina di uno stile di vita semplice, genuino, dell’equilibrio e del lavoro giornaliero su sé stessi per essere persone migliori e fare bene al mondo, di qualcosa che faccia venire voglia alle persone di ritornare a credere nella sincerità, nell’amore, e nella speranza. Voglio portare quella luce, quella speranza così sconcertante che riesce a dare la forza di cambiare direzione, e decidere di essere il meglio di sé stessi. Per quanto possa sembrare un controsenso per molti, vorrei portare un po’ di purezza interiore in un mondo che sembra ormai corrotto dal male e dalla sofferenza. Voglio far capire che la felicità esiste ed è dentro di noi, a portata di tutti, intrisa nella nostra essenza più profonda. Voglio portare ai miei spettatori chi Naomi è davvero: una ragazza sensibile, empatica, con una grande fede, una grande speranza, forza e tenacia.

Anche da questo punto di vista hai molto da raccontare.

Sono una ragazza che ha sofferto molto in passato e non ha ricevuto sempre cose belle dalla vita, ma che ha usato il male che le è stato fatto come pretesto per migliorarsi e sperare che qualcuno possa esserne ispirato. Mi sono sempre vista come un fiore che sboccia dall’asfalto, inaspettatamente e con le sue forze, assieme al soffio divino. Se non avessi fede e non avessi incontrato Dio, non avrei avuto la forza di amare nonostante tutto e tutti. E di sperare nonostante tutto. Lui ne è stato l’esempio, e mi sento vicina a lui proprio perché sento che niente potrebbe distogliermi dal mio obiettivo: l’amore, nel senso più universale.

Torniamo al tuo personaggio artistico. Se si aprissero nuove porte?

Fino ad ora mi è capitato di partecipare come modella ed attrice in diversi video musicali, anche di artisti abbastanza conosciuti soprattutto nel mondo della trap italiana! Inoltre sono capitata su set cinematografici per piccole scene e comparse, come nel film “Benedetta Follia” di Carlo Verdone, e la serie “The young Pope” di Paolo Sorrentino. Ammetto che uno dei miei più grandi sogni è recitare. Anche questa è una passione che mi porto dentro da quando sono piccola, che ho sempre portato avanti interessandomi ai laboratori teatrali quando andavo a scuola, fino a decidere di fare un breve corso di recitazione cinematografica qui a Roma, organizzato dai Cinecittà Studios. Non so cosa mi porterà il futuro, ma so che cercherò di fare del mio meglio e di mettere tutta la mia passione e dedizione nei prossimi progetti a cui mi sto per approcciare. Già, perché bollono in pentola diverse interpretazioni per corti, monologhi, e qualche piccola parte in dei film le cui riprese inizieranno a breve. Spero solo di riuscire a giocarmi bene questa opportunità, datemi un in bocca al lupo!

Come giudichi il mondo dello spettacolo?

Beh, il mondo dello spettacolo è una realtà a sé. Ci sono regole non scritte che è importante seguire. Come fotomodella, non ho vissuto propriamente quello che intendiamo per “mondo dello spettacolo” ma mi è capitato di avvicinarmici per vie traverse. Ho ricevuto proposte di ogni tipo. Credo che come in tutto nella vita, ci sia del buono e del marcio. Purtroppo sempre più spesso si sente dire che per entrarci bisogna essere pronti ad accettare dei compromessi. Ne sono testimoni le numerose denunce mosse da attrici amerericane di successo ai danni di registi e produttori… Posso solo dire che credo non ci sia soddisfazione migliore di quella di poter dire di avercela fatta esclusivamente per il proprio talento, dedizione, grinta e professionalità. Come donna, porterò sempre in alto la mia dignità, e i miei valori. Sono proprio questi valori che mi rendono ciò che sono, e se dovessi mai venderne anche solo uno in nome del successo, perderei la forza della mia identità ed individualità. Vi sprono a combattere sempre per i valori in cui credete. Perché vi rendono chi siete davvero!

Che ragazza sei nel quotidiano?

Sono una ragazza estremamente versatile. Potete vedermi in tiro, con un make up perfetto e capello da diva, ma anche con un jeans, una maglietta, un trucco acqua e sapone e una coda di cavallo. Potete vedermi con un abbigliamento più goth un giorno e sfoggiare un outfit classy chic subito dopo. La mia parola d’ordine anche nello stile è versatilità e adattamento, riesco ad essere diversa e adatta per ogni situazione. Mi piace tantissimo giocare con il mio look, mettendo in risalto quelli che penso essere i miei punti forti. Credo gli atteggiamenti e i modi siano tutto, una minigonna può essere sfoggiata in modo elegantissimo.

Non solo immagine, ma tanto carattere.

Al di là del look, ciò che mi contraddistingue è il mio modo di approcciarmi alle persone, ho un modo piuttosto pulito di parlare, odio la volgarità e persino le parolacce, adoro poter dimostrare la mia gentilezza e farmi vedere disponibile e alla mano, l’umiltà e la voglia di fare del bene al prossimo sono le componenti che mi aiutano a mostrare un’immagine pulita e a modo, di una ragazza con i piedi per terra e che è sempre pronta a migliorarsi e imparare. Non si smette mai di imparare! Senza l’umiltà non potrei mai essere dove sono ora. Sapersi mettere in discussione è proprio ciò che ti aiuterà ad eccellere! E spero di poter imparare e dimostrare ancora molto, giorno dopo giorno.

Cos’altro bolle in pentola?

Porterò avanti il discorso cinema e recitazione, e il modeling ovviamente. A 34 anni mi vedo come una donna di successo, che si è realizzata, con una bella casa, una bella carriera alle spalle e che è ancora in crescita, magari sposata. Ma soprattutto felice e con il cuore sempre colmo di amore, speranza, fede, e voglia di mettersi in gioco. Spero un giorno di diventare mamma e poter trasmettere questi valori e questo amore a quelli che saranno i miei figli, preparandoli ad essere dei guerrieri che combattono con armi che non feriscono, un po’ come lo è stata la loro mamma. “Kill them with kindness” è una citazione che mi sta a cuore. Spero inoltre di poter guardare indietro e rendermi conto di essere stata effettivamente la donna forte e di buon esempio che speravo di essere. Concludo con un altro motto che regna sulla mia vita: “Volere è potere, sempre!”.

Luca Fina

 

CONTATTI SOCIAL
Instagram: @naomimomsen
Facebook: Naomi Momsen

Fascino ed eleganza, uniti a fede ed entusiasmo. Naomi Momsen è una fotomodella (e non solo) assolutamente sui generis, capace di stupire tanto per una frase quanto per una posa. In questa intervista, si svela in esclusiva e racconta la propria carriera e la propria vita. Riavvolgiamo il nastro e… presentati al grande pubblico! Sono Naomi Momsen, ho 24 anni e vivo nella città eterna, Roma! Nella vita mi occupo di posa fotografica a livello professionale, lavoro come hostess di terra e intervistatrice, e sono make up artist! Ho studiato lingue e ho successivamente seguito corsi di trucco, acconciatura e…

0

User Rating: Be the first one !

<h2>Leave a Comment</h2>