Undicesimo appuntamento con le “Mie Caramelle…”. Si continua a parlare di Stile

Data:

CARAMELLE DI BENESSERE, BUONE MANIERE E STILE

 UNA DOLCE OASI DI CORTESIA E DI BUONE MANIERE PER RELAZIONI EFFICACI E COSTRUTTIVE

Si continua a parlare dell’abbigliamento e della sua importanza in ambito professionale e non solo.

L’abbigliamento, il modo di truccarsi o sistemare i capelli non devono essere considerati una frivolezza, una vanità e persino superficialità.

 Il tuo aspetto deve esprimere il diamante che sei e che sai di essere. Perché l’immagine parla di te.

La sua cura esprime il tipo di valore che attribuisci a te stessa e quanto siano importanti le diverse situazioni e le persone che incontrerai.

La tua immagine sei tu che comunichi e che interagisci con gli altri.

Mercoledì scorso abbiamo trattato lo “stile classico tradizionale”, il primo di nove step per chi desidera crearsi un nuovo stile o semplicemente scoprire il proprio.

Il secondo è il classico sofisticato:

  • CLASSICO SOFISTICATO:

 

A differenza del classico tradizionale, lo stile classico sofisticato è più femminile e segue le tendenze.

È lo stile della donna sofisticata, perfezionista, cosmopolita, con una buona posizione socio- economica, e con un senso estetico spiccato: lo incarna perfettamente l’attrice Gwyneth Paltrow o Melania Trump.

Uno stile sofisticato, lineare che non tramonterà mai. Partendo da Coco Chanel a Kate Middleton, resta un punto fermo della moda, stagione dopo stagione. Si traduce in capi semplici, lineari, anche comodi, e accessori ridotti al minimo ma studiate con molta attenzione e cura.

Si sa che il settore della moda, principalmente femminile, sia in perenne evoluzione, e di conseguenza le passerelle di Milano, Parigi, New York e Londra, ogni stagione, si riempiono di colori, stelle, forme sinuose e capi tanto perfetti da sembrare esser stati creati e disegnati da artisti, architetti sui fisici scultorei delle modelle.

Ci sbagliamo nel pensare di non poter indossare queste creazioni favolose.

Niente di più errato! Chi l’ha detto che non possiamo esser eleganti e sofisticate anche se usciamo per fare la spesa, per accompagnare i bambini a scuola o per recarci al lavoro?

Ciò che conta è saper scegliere i capi giusti, mixandoli con estro e creatività, per un risultato davvero fantastico. Direi unico.

Detto questo torniamo al look classico sofisticato le sue caratteristiche principali:

  • GUARDAROBA:

Troviamo soprattutto capi basici di qualità, in colori neutri, dal taglio slim e contemporaneo, e curati nel dettaglio.  Pantaloni a sigaretta o a palazzo dal taglio impeccabile, camicie di seta, blazer e tailleur sartoriali, abiti a tubino, sono i capi più classici, che si alternano ed abbinano a capi di tendenza.

Non disdegna, anzi contempla punti di colore e stampe, ma sempre ricercate e mai banali o troppo viste ( stile Hermes, Emilio Pucci, Gucci).

  • ACCESSORI E BIJOUX:

Le scarpe sono decolleté con tacco ricercato, dritto e magari sottile, sandali gioiello, ballerine, mocassini.

I gioielli e i bijoux sono scelti con estrema cura, perché è nei dettagli che la donna classica sofisticata si differenzia: pochi, preziosi e di impatto. Gli occhiali da vista sono di design e gli occhiali da solo sono stile Jackie ‘O.

  • BEAUTY LOOK:

Punta su capelli lunghi o medi dallo styling perfettamente ondulato o a spaghetto, sul long bob e sul pixie cut; S sono legati lo sarà con un chignon o una coda di cavallo. Il maku-up è nude con ciglia iper-definite e un tocco di rossetto; Le unghie sono da neutre a rosse, o bordeaux.

Non ci scordiamo che la femminilità, la classe e l’eleganza, oltre a essere innate, passano anche attraverso gli abiti che decidiamo di indossare.

Non scordatevi mai che dobbiamo scegliere qualcosa che rappresenti il nostro carattere e la nostra personalità: il nostro stile per intenderci.

In effetti se amiamo i colori scuri, non avrà senso scegliere capi color pastello, seppur graziosi, perché non farebbero altro di farci sentire fuori contesto. Ciò che conta è quello che ci fa star bene.

In secondo luogo, la parola d’ordine deve essere semplicità.

Fatte attenzione perché scegliere la semplicità non comporta affatto il dover rinunciare al glamour e all’eleganza.

Un capo comodo scelto con cura può esaltare le forme e illuminare la sensualità della donna. Pescare la prima cosa che troviamo nell’armadio, si sa, non è proprio la mossa giusta per apparire eleganti, adatte anche nella vita di tutti i giorni.

Una mia caramella o consiglio:

 

“Se curato maniacalmente potreste apparire un po’ troppo perfezioniste. Qualche dettaglio più “casual” vi renderà più accessibile.”

  • Vi aspetto mercoledì prossimo col terzo stile di nove:

 . il casual sportivo

 

PRIMA DI USCIRE GUARDATI ALLO SPECCHIO E TOGLITI QUALCOSA.

COCO CHANEL

Adriana Soares

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

“Tipi”

Roberto Ciufoli con una delle sue umoristiche cavalcate entra...

Forneria Romana. Pizza di qualità ad Arezzo

Forneria Romana è una pizzeria piccola ma accogliente, che...