A tu per tu con Vincenzo Bocciarelli. Tra premi e progetti dal teatro al cinema

Data:

Vincenzo Bocciarelli, finalmente lo ritroviamo! L’ho raggiunto nella splendida Coffee House di Palazzo Colonna nel cuore della città eterna, la sua amata Roma, alla quale ogni giorno è sempre di più legato, mentre tra un autografo, un selfie e l’altro con i suoi fans dispensa sorrisi e saluti nascosto (ahimè) sotto la mascherina firmata Agape. 

Caro Vincenzo ben ritrovato, i lettori del Corriere dello spettacolo seguono da anni e sempre con piacere il tuo percorso artistico… Ci vuoi parlare dei tuoi prossimi impegni?

Ben ritrovato direttore e un saluto speciale a tutti i tuoi lettori!  I progetti in questo momento sono tanti, non sono da dove cominciare… ma Ci tengo particolarmente a presentare in primis la mia prossima partecipazione in qualità di conduttore e attore al Concerto di Capodanno a Napoli, al Teatro delle Palme, il primo gennaio 2022. È un evento artistico molto importante, oltretutto con uno scopo benefico, voluto e organizzato dal soprano Olga De Maio e dal tenore Luca Lupoli, con cui ho già avuto il piacere di collaborare. Lo scorso 2 giugno infatti sono stato Presidente di Giuria al Festival delle Arti dove ho avuto modo di conoscere tanti artisti napoletani e non solo. Il primo gennaio a Napoli, avrò la grande gioia di traghettare il pubblico nel nuovo anno attraverso una serata colma di sorprese e colpi di scena. Sono particolarmente legato a Napoli, che è la città teatrale per eccellenza… dove sono sepolti due mie punti di riferimento, Virgilio e a Leopardi. Nulla accade per caso… Sono molto felice di inaugurare il 2022 proprio in questa città così vulcanica e geniale, il 22 poi è il mio numero portafortuna, il numero del mio giorno di nascita. A Napoli nella smorfia il 22 è “O nummero d’o pazzo” il numero del pazzo… (ride).

Altro importantissimo appuntamento che precede il Concerto di Capodanno avrà luogo  a Vibo Valentia sabato 18 dicembre prossimo, ore 21.00 nell’ambito del Vibook (cui avrei dovuto partecipare l’anno scorso ma non è stato possibile causa Covid)  presso Palazzo Gagliardi, ed è una presentazione-spettacolo del mio libro Sulle ali dell’artecon accompagnamento musicale a cura di Donatello De Nicola momenti “magici”… lascio un po’ di  suspense…la serata si intitolerà “Sulle ali dell’arte… Verso la vita” e sarà uno spettacolo emozionante, più vicino ad una “performance artistica” che ad un evento prevalentemente letterario.

Hai attraversato tre decenni di carriera che ti hanno visto spaziare dal teatro al cinema alla televisione; sei stato allievo di Giorgio Strehler e hai collaborato con mattatori del calibro di Glauco Mauri e Giorgio Albertazzi. Un tuo pensiero al proposito?

Grazie per aver ricordato queste indimenticabili icone del nostro teatro da cui ho cercato di attingere  ed imparare con passione e umiltà. Gli incontri, le tappe del proprio percorso artistico sono fondamentali e proficue soprattutto se ci si arriva pronti, consapevoli. Indimenticabile per me è stata anche l’esperienza, unica nel suo genere, del film indiano “La strada dei colori”nel 2010 dove ho avuto il privilegio di recitare con grandi attori indiani ricoprendo il ruolo di protagonista assoluto. (https://youtu.be/VFkWafoR-y4

Sottolineo sempre, e lo dico anche da insegnante, l’importanza di scegliere o farsi scegliere, da ottimi maestri, che siano anche un modello di vita come per esempio è capitato a me. 

 Sei stato appena insignito di numerosi premi. Ce ne vuoi parlare?

Mi sono trovato, inaspettatamente negli ultimi mesi, catapultato in un susseguirsi di premiazioni: i recenti riconoscimenti sono per la maggior parte, tutti legati al mio ruolo di Andrea, personaggio stravagante nel corto Lockdown love.it regia di Anna Marcello, girato l’anno scorso di notte, in pieno lockdown, in maniera quasi clandestina, proprio in questo periodo, a dicembre…doveva essere un lungometraggio e invece per forza di cose, è diventato un cortometraggio che ironizza con finezza e anche un pizzico di malinconia sul periodo della quarantena. Ho ricevuto il premio come miglior attore protagonista al Terra di Siena Film Fest nell’ottobre scorso, poi al Montecatini Short Film Festival, al Croffi di Ariccia e al Concorso Internazionale di Fort Lauderdale in Florida insignito del prestigioso titolo di “ best comic Actor”… Chissà che non possa essere un volano per un futuro di attore brillante! Ho condiviso questi premi e la gioia che ne è conseguita con tutti i miei colleghi e la splendida troup che ha contribuito a realizzare il corto: al di là della soddisfazione immediata del riconoscimento che lusinga per un attimo l’amor proprio, per me il valore di questi premi è soprattutto quello di essere uno sprone per migliorarmi e mettermi sempre in discussione e guardare ad obbiettivi lontani. 

Recentemente hai appena firmato con i tuoi disegni e le tue opere pittoriche,  la nuova linea “Agape-The New Art Style”.

Foto Michele Simolo

Vèstiti di arte, ricopriti di anima. E adesso ti incontriamo proprio qui a Palazzo Colonna. Ce ne vuoi parlare?

Ebbene sì, ho dato vita ad una nuova avventura, un prolungamento della mia espressione artistica, grazie alla preziosa collaborazione di Filippo Matera e Riccardo Chieruzzi che lavorano da anni nel mondo della moda. 

Stiamo presentando in esclusiva proprio in questa splendida cornice, ospiti di Elena Parmegiani, e della Luxury Area Center di Laura Colabucci,  la mia linea di felpe e t-shirt “Agape the new Art Style” nata per diffondere un messaggio legato alla condivisione nel nome dell’arte e dell’amore universale. Inoltre ho avuto modo di coronare un sogno adolescienzale e soprattutto di lanciare con una nuova forma d’arte, un messaggio che è sempre alla base del mio lavoro: l’Arte come funzione salvifica anche nei momenti più difficili come quello che stiamo attraversando. Agape infatti è un termine che in greco antico significa “banchetto” ma anche amore universale e mi è stato suggerito da una persona a me particolarmente cara. Qualche anno fa ho creato un mio profumo il “Bocciarelli Parfume” che conto di riproporre di nuovo al pubblico. Da gennaio infatti sarà lanciata la piattaforma dove poter acquistare tutti i miei prodotti: il “Bocciarelli Shop”. Sono sempre curioso di sperimentare nuovi linguaggi e nuove modalità espressive volte a rafforzare il dialogo con il mio pubblico. 

Progetti futuri?

Da lunedì grazie alla Academy Internacional e Asi Spettacolo sarà possibile iscriversi alla mia Master Class di Recitazione suddivisa in quattro aree principali: sia on line e sia con lezione finale in presenza per la durata di due giorni a Roma a Cinecittà. Inoltre ci sono importantissime novità in arrivo, tra queste un film internazionale e tanto teatro che resta comunque sempre il mio primo amore…

Il tuo motto? 

Prega e Crea… 

Due parole che descrivono in pieno l’attuale Vincenzo.

Impegno e concentrazione… ma di più non posso dire. Alla prossima intervista! Intanto auguri a tutti voi Felici Festività e un sereno Natale con le persone a voi care! 

Grazie

Stefano Duranti Poccetti

Foto copertina Foto Michele Simolo

 

https://it.wikipedia.org/wiki/Vincenzo_Bocciarelli

https://instagram.com/vincenzo_bocciarelli?utm_medium=copy_link

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

Laura Pausini, canzone e melodia

È stata annunciata come super ospite del Festival di...

Come conciliare desiderio e amore secondo Massimo Recalcati

Al Teatro Carcano di Milano, il 21 marzo 2022 Per...

A BRACIGLIANO, IL CONCORSO INTERNAZIONALE ‘GIOVANI PROMESSE’

IL CONCORSO INTERNAZIONALE ‘GIOVANI PROMESSE’ a Bracigliano dal 10...