LA STEFI: MANAGER E FOTOMODELLA SOTTO I RIFLETTORI

La sua è una storia tutta da scoprire. Anzi, sono due storie che viaggiano parallele e raccontano solo in apparenza di due persone distinte. Da un lato c’è una manager impeccabile capace di gestire grandi clienti, dall’altro c’è una donna a cui piace mettersi in gioco davanti all’obbiettivo della macchina fotografica con la sensualità del proprio corpo. Il risultato è una straordinaria sintesi di corpo e mente che dimostra, ancora una volta (se ce n’era ancora bisogno…), che ad una bella immagine può sposarsi a meraviglia una bella testa. Ma per la realtà di oggi, evidentemente, il concetto non è così scontato. La protagonista è Stefania (https://www.instagram.com/la_stefi.in), account manager nel settore energetico, ormai da una decina di anni capace di fare il proprio mestiere con dedizione e serietà. Ma la storia, come detto, non finisce qui. Questo è solo un lato, quello conosciuto ai più, e anche quello che non crea scalpore o senso di curiosità. Perché l’altra parte della medaglia parla di Stefania come di una straordinaria fotomodella, protagonista nel mondo delle fitness girl, col corpo forgiato da ore in palestra e dalla sensualità innata. Le sue fotografie trasmettono malizia senza mai scadere nella banalità della volgarità. La fotografia, d’altronde, era nel suo destino. Fin da piccolissima L’Oréal, che aveva sede in quel di Torino, l’aveva scelta per shooting, sfilate, eventi. La chioma rossiccia non era passata inosservata – allora come oggi – e l’aveva portata a vivere il set. “Un’esperienza bellissima che mi ha aperto le porte a numerose collaborazioni nel campo della cosmetica, del make-up, delle acconciature – racconta Stefania – Ma allora, forse, mi mancava autostima e consapevolezza della mia personalità”. A distanza di anni, quella lacuna è stata colmata. Se da giovanissima una fotografia di nudo era qualcosa che lei stessa guardava con stupore e diffidenza, col passare degli anni – sottoforma di genere glamour – è diventata un modo per raccontarsi e per trasmettere emozioni, passioni, sentimenti. Ecco che la carriera ha così preso piede e si sono spalancati nuovi mondi e nuovi progetti…

Riavvolgiamo il nastro. La fotografia, come detto, era nel tuo destino.

L’esperienza con L’Oréal è stata davvero straordinaria, mi ha permesso di vivere questo mondo da giovanissima. Ho avuto numerose richieste da parte di fotografi, agenzie, addetti ai lavori. Poi, è stato il tempo della laurea in Economia e a stretto giro è arrivato il lavoro che ha richiesto molto, moltissimo tempo. Ho smesso di giocare a pallanuoto, una carriera lunga 12 anni, e ho poi deciso di allenarmi da sola e di essere coach di me stessa. All’inizio è stata dura, poi mi sono avvicinata sempre più al mondo fitness scegliendo di non entrare nell’ambito agonistico ma di prendermi cura del mio corpo, sfidando ogni giorno me stessa.

Una soddisfazione per te dal punto di vista fisico e mentale.

Allenarmi mi fa stare bene con me stessa, un benessere che ho scelto di interpretare con l’attività di modella nel settore fitness. Un’esperienza straordinaria che, seppur gestita in modo totalmente separato dalla mia professione, mi ha permesso di sviluppare collaborazioni con fotografi, con brand e con aziende di svariati settori che hanno voluto il mio personaggio per promuovere i loro prodotti. Anche queste sono soddisfazioni straordinarie.

Sei diventata, a tutti gli effetti, una fotomodella fit and glamour.

Ho lavorato con vari fotografi, ma mi è rimasto nel cuore uno straordinario lavoro svolto con un grande professionista di Jesolo: insieme a lui ho sviluppato una combinazione che ha unito la fotografia glamour con l’equitazione, variando abbigliamento e outfit, giocando con il mondo dei cavalli e coniugando il fascino della bellezza femminile quando si abbina ad un’altra donna. Insomma, è stato tutto favoloso.

Cos’è diventata la fotografia nella tua vita?

Questo mondo porta fuori il lato più esibizionista di me. Da piccola non avevo tutta questa disinvoltura, ricordo che uno dei fotografi mi chiese di posare in glamour da giovanissima e non me l’ero sentita. Io in quel frangente non vedevo l’arte ma notavo soltanto qualcosa che non mi faceva essere a mio agio. Andando avanti negli anni ho imparato a riconoscere la professionalità davanti e dietro l’obiettivo. Certo, è anche questione di inclinazione personale. Occorre sentirsi portata ed essere disinvolta per stare là, davanti alla macchina fotografica. Al di là dell’outfit e di quanto si posa essere più o meno svestite è sempre un mettersi alla prova.

E tu vuoi fortemente metterti in gioco.

Proprio così! Alla faccia del giudizio altrui, sento che è il momento giusto e che ho in testa progetti sempre nuovi ed ambiziosi da realizzare.

Sarà forse per questa tua carica che si sono avvicinati numerosi brand al tuo personaggio?

Ho avuto l’onore di collaborare con numerosi negozi, per studi olistici, per scuole di yoga, per palestre e negozi di sport. Ho messo in gioco la mia fisicità e l’ho fatto con la femminilità che mi caratterizza. Certo, se una persona si ferma al mio account social, potrebbe pensare che io sia superficiale. Ma non ho mai avuto paura di sfidare il giudizio e il pregiudizio altrui. I miei scatti sono lì per generare anche un dibattito personale, per sviluppare un confronto sulle sensazioni e non solo sull’aspetto esteriore. Ad esempio, non mi sono fatta problemi a posare in coppia con un’altra donna, realizzando scatti eleganti ma sensuali.

Che donna sei nel quotidiano?

Sono una donna a cui è impossibile chiedere di stare ferma… a cui affascinano progetti sempre nuovi. Da un punto di vista d’immagine, non serve esagerare per attirare l’attenzione: anche con un outfit sportivo, io mi trovo attraente! Certo, il tacco poi fa sempre la sua bella figura…

Hai un vizio?

Sì, e ne sono orgogliosa: mi piace vivermi le persone senza troppi limiti e senza costrizioni mentali. Anche questa mia doppia vita, se così vogliamo chiamarla, penso possa rappresentare questa mia indole. Io posso apparire superficiale, ma costringo le persone che sono davvero interessate a me a vivermi in tutte le mie sfaccettature.

A proposito di mettersi in gioco: oltre al lato fotografico, c’è un nuovo grande progetto all’orizzonte.

Proprio così e tutto è nato grazie alla conoscenza con Lidia, una straordinaria wedding planner nonché mia grande amica. Viviamo lo stesso ambiente e… abbiamo deciso di unire contatti, risorse ed energie per creare un format nuovo dedicato all’organizzazione degli eventi. Gli abbiamo dato un nome, “Fashion 360” (https://www.instagram.com/fashion360_allevents), e siamo fermamente convinte che un evento organizzato nei minimi dettagli, in cui il bello sia il filo conduttore di ogni elemento, possa spopolare e rendere tutte le nostre proposte davvero uniche ed esclusive.

Un progetto che sta prendendo forma…

Abbiamo iniziato ad avviare prestigiosi contatti con partner, a individuare spazi, location e collaborazioni per offrire un’esperienza davvero unica. Vogliamo abbracciare l’intero campo dell’organizzazione eventi, occupandoci a 360 gradi di tutto ciò che rende davvero magico un evento indimenticabile. Il nostro obiettivo è quello di soddisfare i desiderata di pubblici diversi con passione ed entusiasmo, dando riscontro alle esigenze uniche che inevitabilmente vengono richieste per caratterizzare momenti speciali. Siamo due donne orgogliose, tenaci, creative: da Torino, vogliamo svilupparci fuori Regione esportando la nostra idea di eventi belli, unici e speciali.

Luca Fina

 

Contatti social
https://www.instagram.com/la_stefi.in
https://www.instagram.com/fashion360_allevents
Credits Fotografici
  1. ALESSANDRO NEGRINI
PH ANTONY CAVALLO
PH CARL STACEY
PH FABRIZIO CIRULLI

<h2>Leave a Comment</h2>