Affreschi strappati, il nuovo libro di Giuseppe Settanni

E’ uscito il 9 giugno l’ultimo volume di poesie di Giuseppe Settanni, intitolato Affreschi strappati e pubblicato da Edizioni Ensemble. Secondo l’idea dell’Autore, Affreschi strappati è una raccolta di pezzi di intonaco, dipinti su un muro crollato nel tempo e pazientemente rimessi insieme con l’illusione che si possa ricucire ogni divisione. Non c’è spazio per costruire di nuovo ciò che è stato distrutto una volta: solo il ricordo e l’immaginazione possono salvare dall’abbandono qualche particolare di ogni vissuto. E, in questo senso, gli Affreschi strappati trovano una briciola di eternità nel museo delle parole in cui tutti i figli di Prometeo hanno il diritto di entrare. Il libro è disponibile in tutte le librerie e negli store online.

One Comment

  • Avatar
    Manuela

    23 Giugno 2022

    Rispondi

    Bravo l’Autore! Questo libro di poesie è AUTENTICO!!!
    Sono poesie ricche di emozioni e sentimenti intrise di speranza che tutto ciò che, apparentemente, sembra essersi “dissolto” invece lo si può fissare come quando si appende un quadro ad una parete!
    In moti versi e per molti aspetti, le poesie di Giuseppe Settanni mi ricordano l’antica arte del “kintsugi” secondo cui rompendosi, la ceramica prende nuova vita attraverso le linee di frattura all’oggetto, che diventa ancora più pregiata…così le poesie del Settanni proprio attraverso le loro “cicatrici” riescono ad abbracciare il danno senza vergognarsi delle ferite ma, al contrario, rendendo unico quel momento eterno!
    Davvero unico!
    Super consigliato!!!

<h2>Leave a Comment</h2>