A tu per tu con lo scrittore Alessandro Berselli

Data:

Ilaria Solazzo, giornalista pubblicista e blogger, ha intervistato per “Corriere dello spettacolo” lo scrittore Alessandro Berselli.

Ilaria – Sei un uomo poliedrico. Ogni tua giornata è ricca di avvenimenti. Stai riuscendo a goderti anche il relax estivo con una vacanza rigenerante?
Alessandro – Purtroppo vacanze finite, però devo dire molto appaganti. Cerco sempre di trovare un equilibrio tra gli impegni professionali, di scrittura, cinematografici, e un doveroso relax. Ho una concezione della vita bulimica, faccio fatica a fermarmi, però a volte è il fisico che me lo richiede

Ilaria – Il tuo CV si infittisce di esperienze sempre più prestigiose. Raccontaci…
Alessandro – la vita mi sta dando tanto, dal punto di vista professionale e anche artistico. Mi stanno capitando molte cose belle, nuove proposte, che vanno oltre la scrittura narrativa, dialogano con il cinema, la musica, mi piace l’idea di non fermarmi mai, cercare di immagazzinare progetti nuovi e mettermi sempre in discussione, per me è il sale della vita

Ilaria – Ti va di esternare un tuo pensiero rivolto al compianto Piero Angela?
Alessandro – Quando è morto Piero Angela non ho fatto nessun post, perché lo stimo tantissimo come persona ma l’ho seguito pochissimo nella sua carriera. C’è una bellissima vignetta in rete con Piero Angela che dice le persone che mi stanno celebrando sono quelle che quando c’era Quark guardavano Il grande fratello. Ecco, non voglio essere tra queste

Ilaria – E circa Olivia Newton John cosa ti senti di voler condividere con i lettori e con me?
Alessandro – È una figura fondamentale della mia adolescenza, avevo 13 anni quando è uscito Grease, una pellicola fondamentale per chi teenager alla fine degli anni 70. Lei era Sandy. L’amavamo tutti.

Ilaria – Amore, amicizia, lavoro, famiglia. Riesci brillantemente a gestire ogni sfera. Dove trovi il tempo per far tutto? Parlacene…
Alessandro – Onestamente non lo so nemmeno io, cerco di far quadrare tutto, impostando tutta l’organizzazione dei tempi in maniera molto rigorosa. E riducendo inevitabilmente le ore di sonno dormo pochissimo, diversamente non riuscirei a fare tutto quello che faccio, ma è così bella la vita piena.

Ilaria – Hai scritto numerosi libri di successo. Qual è il tuo rapporto con la scrittura e con i tuoi fans?
Alessandro – La scrittura è un modo per raccontarmi e per raccontare, e per condividere le mie storie con i miei lettori. È bellissimo evocare mondi per gli altri, ma fondamentale è anche l’interazione che si ha con le persone che desiderano avere a che fare con le tue narrazioni. Non potrei mai fare a meno del rapporto

Ilaria – Quale parola pensi possa racchiudere la tua vera filosofia di vita?
Alessandro – Il carpe Diem dell’attimo fuggente, non sprecare neanche un secondo della vita che abbiamo a disposizione, non fermarsi mai, fare sempre cose.

Ilaria – Fino a questo momento il 2022 ha soddisfatto le tue aspettative?
Alessandro – Assolutamente sì, e mancano ancora quattro mesi

Ilaria – Quali i tuoi progetti professionali futuri?
Alessandro – Continuare a sviluppare cose che mi piacciono. Lavoro, scrittura, cinema, musica, tutto quello che mi dà gioia senza nessun tipo di filtro. Fondamentalmente fare le cose che mi piacciono.

http://www.alessandroberselli.it/

Ilaria Solazzo

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

QUELLO DI MATTEO GARRONE È UN PINOCCHIO ADATTO A TUTTE LE ETÀ

Trasformista, metamorfico, polimorfo, il Pinocchio di Matteo è tutto...

La Rondine della Scala apre le celebrazioni pucciniane

Al Teatro alla Scala fino al 20 aprile 2024 Opera...

Appassionante “Dama di Picche” alla Scala

Teatro alla Scala, recita del 13 marzo 2022 Privata dalla defezione...