“Béatrice et Bénédict”, una perla rara al Carlo Felice

Dal 28 ottobre al 6 novembre 2022 al Teatro Carlo Felice di Genova

Questa nuova stagione  lirica 2022 2023, in questo caldo autunno genovese, è iniziata al Carlo Felice con un’opera di Hector Berlioz, completamente sconosciuta e mai rappresentata in Italia: “Béatrice et Bénédict”, tratta dalla magnifica commedia scespiriana “molto rumore per nulla”.

La regia di Michieletto non ha certamente aiutato lo spettatore  a comprendere  lo spirito di quest’opera ‘comique dalla musica elegante ,ma con un libretto ,scritto dallo stesso Berlioz, a tratti veramente deludente.
L’opera  in coproduzione col teatro dell’opera di Lyon, ha nella sua messinscena il pregio di valorizzare le magnifiche potenzialità del nostro grandioso triplice palcoscenico che purtroppo, spesso, a causa di mancanza di fondi viene ingiustamente sacrificato. Magnifiche le luci e bravi i mimi che hanno fatto da contraltare ai protagonisti, come Adamo ed Eva nel giardino dell’Eden. Purtroppo, però, queste operazioni registiche, simili a certa arte concettuale,  hanno il grosso limite di non fare entrare nel vivo dell’opera gli spettatori, specialmente poi in un’opera come questa
, praticamente sconosciuta!  Non è  che uno spettatore  debba per forza farsi un corso di aggiornamento prima di assistere ad una messa in scena!    Il teatro, tutto il teatro,- è  anche un momenti di distensione e certe regie cervellotiche non aiutano sicuramente…
Grande come sempre  il direttore Donato Renzetti, che con i bravissimi professori dell’orchestra è  riuscito a proporre un lavoro musicale di importante  spessore, se pur sconosciuto dal grande pubblico. Molti gli spettatori provenienti da fuori regione, segno che ,anche opere non di repertorio, possono destare interesse tra il pubblico dei melomani.
Buone le prestazioni  dei cantanti, ottimo ,come sempre il nostro coro, che seppur pigiato, per esigenze registiche, sulla scena ha dato un buon risultato, anche attoriale. Scroscianti applausi per tutti! Ultima recita  domenica 6 novembre 2022.
Stefano Ceniti

<h2>Leave a Comment</h2>