Quotidiano di Cultura diretto e fondato da Stefano Duranti Poccetti nel 2011

É uscito venerdì 5 gennaio 2023 il nuovo singolo di Leiden dal titolo “Tutto se ne va”

Data:

É uscito venerdì 5 gennaio 2023 il nuovo singolo di Leiden dal titolo “Tutto se ne va”, un brano alternative pop con produzione orchestrale/cinematica, prodotto da VIANI. La canzone nasce subito dopo il rientro dalle vacanze estive dell’artista, qui Leiden, originario di Pescara ma di stanza a Milano, descrive la lontananza dalla propria città e dalla propria famiglia.

Le strofe sono frasi breve e dirette che fotografano esattamente la quotidianità malinconica e turbata dell’artista fuori sede. Nel bridge Leiden sussurra una parola dopo l’altra rendendolo così un discorso in crescendo d’intimità e vulnerabilità, che sfocia poi in un grido disperato nel ritornello. Quest’ultimo è un salto nell’immenso vuoto che prova ogni volta che parte e saluta casa, la strumentale ne è lo specchio, da delicata e flebile diventa epica, quasi apocalittica.

Abbiamo conversato con lui a proposito di Pescara, Milano, la musica e molto altro.

Cosa hai capito del tuo soggiorno a Milano, e cosa ti manca puntualmente di casa?

Ho capito quanto è importante fare un’esperienza lontani dalla propria città natale per rendersi conto del valore di quest’ultima. Di casa mi mancano ovviamente la mia famiglia, i miei amici e il mare (..come mi manca il mare..) ultimamente sempre più spesso sento la mancanza della genuinità e la semplicità delle persone e dei rapporti.

E c’è invece qualcosa che ti manca di Milano quando torni a casa?

In primis mi manca la mia indipendenza, quella assolutamente, poi nei primi giorni che sono a Pescara non riesco a fare l’abitudine a vedere le strade così vuote e sentire così pochi rumori, e da un lato mi manca il caos di Milano che non ti fa sentire mai solo, o ti ci fa sentire ma in maniera diversa…è una solitudine più collettiva.

Quando sono a Pescara mi rilasso molto quindi tendo a fare meno musica, dopo una settimana che non scrivo nulla inizio a sentire una strana agitazione interiore, e mi manca scrivere nella mia camera circondata dalla nebbia a Milano.

Come mai senti che VIANI è il produttore giusto per il tuo progetto?

C’è feeling quando si lavora insieme, se lui si mette al piano e io improvviso sicuramente nasce qualcosa di figo, di magico. Inoltre ha una visione della musica legata molto ai sensi che mi affascina molto.

Come mai hai abbandonato il rap?

Non l’ho abbandonato, diciamo che ho fatto una “passeggiata” musicale fra gli altri generi per arricchire il bagaglio. Presto farò uscire qualcosa rap.

E chi potrebbe rappresentare il tuo nuovo singolo “Tutto se ne va”?

Sicuramente può rappresentare chiunque studia o lavora lontano dalla propria città e sente il cuore stringersi ogni volta che il treno parte e casa si allontana.

Morgana Grancia

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati