Quotidiano di Cultura diretto e fondato da Stefano Duranti Poccetti nel 2011

Maila: “Io, il fitness e le gare insieme a mamma”

Data:

 

Da passione a lavoro. Maila ha 25 anni, nata e cresciuta a Viterbo, ed oggi la sua vita è un full immersion nel mondo del fitness. Gareggia come atleta bikini da diversi anni, lavora presso l’attività di famiglia, è laureata in Scienze dell’alimentazione e sta proseguendo nel suo percorso di studi per diventare nutrizionista. Ma il vero switch nella sua vita risale a tre anni fa, quando insieme alla sua famiglia ha aperto la palestra Metamorphosys, “un parco giochi per chi, come noi, è amante dell’allenamento e del bodybuilding”: 850 mq di esclusiva sala pesi, con oltre 100 macchinari d’avanguardia, aperta H24 tutti i giorni.

Come nasce il tuo legame col mondo del fitness?

La passione è nata grazie a mia mamma. A 15 anni andai alla sua prima gara, innamorandomi sin da subito di questo sport. Fu allora che mi iscrissi in palestra, e sotto la supervisione costante del mio coach, ho raggiunto negli anni, oltre la forma fisica che sognavo, traguardi importanti dal lato sportivo. Lasciatemelo dire: mi auguro sia solo l’inizio!

E questo ha ulteriormente rinsaldato il tuo legame speciale con mamma.

Mia mamma è la mia migliore amica: siamo sempre insieme, anche in gara, è senz’altro questa la parte che amo e che porterò sempre con me.

Come descriveresti il tuo legame col fitness?

Amo il mondo del fitness, ritengo che ognuno debba avere una passione a livello sportivo, ti educa alla vita, a fare sacrifici per raggiungere un obiettivo, diventando anche la valvola di sfogo per i momenti no.

Cos’è importante nel prenderti cura della tua immagine?

Faccio una premessa: praticare questo sport mi ha donato molta più sicurezza. Da piccola ero molto timida e non venivo integrata spesso nei gruppi, penso siano state queste emozioni a spronarmi verso un cambiamento. Il fitness, e di conseguenza il prendersi cura di me stessa, è una valvola di sfogo ed è un lasso di tempo che dedico esclusivamente a me.

C’è un consiglio che vuoi dare alle tue coetanee?

Certamente: ragazze, se volete qualcosa buttatevi, non vivete con il rimorso di non sapere come sarebbe andata. Ne vale la pena, sempre, indipendentemente dal risultato.

Che rapporto hai col mondo dei social?

Attraverso i social condivido la mia passione e il mio lavoro, trasmetto le mie idee, cercando di sfatare i miti che ancora ruotano attorno alla sfera della nutrizione e del fitness. Nonostante questo non amo mostrare ogni attimo della mia vita, sotto alcuni aspetti sono una persona molto riservata. Utilizzo questi strumenti per trasmettere l’importanza di uno stile di vita sano finalizzato alla salute, oltre che all’estetica. Il primo passo per raggiungere quest’obiettivo è essere disposti a modificare le proprie abitudini, a piccoli passi. Nessun segreto o formula magica, nessuna estremizzazione. Solo più consapevolezza ed equilibrio.

Che ragazza sei nel quotidiano?

Mi ritengo una ragazza semplice e umile, non amo l’eccessivo esibizionismo e la superiorità che a volte traspare da dal vivo e sui social. Sono una persona testarda e tenace nel raggiungere gli obbiettivi prefissati. Mi piace vestirmi elegante, anche se la maggior parte del tempo mi ritrovo ad essere in abbigliamento sportivo.

Come vedi il tuo futuro?

Ho molti progetti che bollono in pentola, sia dal punto di vista sportivo che lavorativo. Mi auguro di raggiungerli per la dedizione e la passione che dedico ogni giorno. Tra 10 anni mi vedo con una famiglia e realizzata lavorativamente, alternando attività, palestra e studio di nutrizione.

Manuele Pereira 

 

CONTATTI SOCIAL
@maila_cordeschi

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

Debora Cattoni accende i motori e a Castelbrando ci prepara per Dubai!

Si accendono i motori per Castelbrando, storico castello situato...

Alessandro Maiorano, la droga dietro Kataleya

Kataleya. Una partita di droga non pagata potrebbe essere...

ANIMA MUNDI, la drammaturgia femminile italiana, X ed., 5 ottobre 2022

Chiostro 'Nina Vinchi', Piccolo Teatro, via Rovello 2, Milano Una...