Tescaroli-Maiorano show!

Data:

Lo potremmo chiamare lo show di Alessandro Maiorano, il quale, nel momento in cui gli è stata data la parola, si è reso protagonista di accuse contro il procuratore aggiunto di Firenze Luca Tescaroli, reo, secondo lo scatenato fiorentino, di non avere mai fatto un’indagine non solo su tutto il materiale sequestrato ma anche in relazione all’imponente materiale cartaceo, audio e fonico che l’ex dipendente di Palazzo Vecchio, oggi scrittore e autore, ha denunciato alla procura fiorentina contro Matteo Renzi.
Un fiume in piena, una grinta fuori dal comune, che il bandito da Firenze per nulla intimorito ha quasi urlato contro Tescaroli il quale certamente non si sarebbe aspettato un attacco senza precedenti da Alessandro Maiorano caricato a pallettoni e fermato a fatica dal giudice Elisabetta Pagliai.

Ma il processo non si è fermato solo allo show di Maiorano. Assenti due testi, il signor Pasquale Stile di Roma e Stefano Moretti di Vasto, l’ avvocato Carlo Taormina ha chiesto che la procura fornisca tutte le trascrizioni telefoniche delle telefoniche registrate consegnate da Alessandro Maiorano al procuratore aggiunto della procura della repubblica di Firenze dottor Luca Tescaroli. Presente anche il teste Francesco Casentini, che però non è stato ascoltato, ma sarà sentito la prossima volta.
Si è assistito all’audizione della ex fidanzata dell’avvocato Federico Bagattini la quale visibilmente emozionata e imbarazzata ha rilasciato dichiarazioni sulla presunta relazione sentimentale e sessuale tra Matteo Renzi e Elena Boschi dalla quale relazione l’ex ministro sembra fosse rimasta incinta. Il colpo di teatro a sorpresa viene dal giudice Elisabetta Pagliai, la quale lascerà la presidenza del processo e sarà sostituita da altro collega.

Ma la ciliegina finale come sempre l’ha messa l’ex enfant prodige di Palazzo Vecchio, il quale senza mezze misure ha dichiarato: “Avevo 77 intercettazioni telefoniche, ne ho depositate in tutto 25/26, ne ho altre 50 in mio possesso. Gelo in aula!”
La domanda che tutti oggi si stanno facendo: “Altre 50 telefonate in mano al bandito da Firenze? Di chi si tratta? Che tipo di telefonate sono e soprattutto chi sono le persone intercettate e registrate? Che uso ne farà prossimamente Alessandro Maiorano?”
Già, perché le telefonate registrate erano in chiavette usb abilmente nascoste e sfuggite alle numerose perquisizioni che il bandito ha subito. Conoscendo il carattere del tombeur de femme di Firenze certamente forse in tanti dovranno cominciare a preoccuparsi?

Tommaso Lastrucci

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

Giulia, la fotografia fra fascino e eleganza

  È iniziato tutto come un gioco e una sfida...

Un grande debutto per LILLO&GREG al Teatro Alfieri di Torino

Un debutto torinese strepitoso al Teatro Alfieri per l'esilarante...