Notice: A non well formed numeric value encountered in /web/htdocs/www.corrieredellospettacolo.net/home/wp-content/plugins/td-social-counter/shortcode/td_block_social_counter.php on line 1176

LUNGS: Duncan Macmillan al Teatro Due di Parma

Data:

 

“Di questi tempi è già qualcosa avere mezza idea/la gente più è stupida e più procrea/ e una statistica così non può che peggiorare/ dovremmo fare un figlio noi solo per compensare” canta un celebre cantautore torinese. Ed è proprio questo quello che sembra  dirci la coppia protagonista di Lungs, di Duncan Macmillan, per la regia di Massimiliano Farau. Lo spettacolo è in scena al Teatro Due di Parma dal 9 al 17 marzo.

Due gli attori in scena, una coppia borghese, mentre una scenografia inghiottita di blu è l’ambiente ove si muovono i nostri protagonisti, sebbene sia spesso proprio il testo a presentarci nuovi luoghi e situazioni. Nodo cruciale della messinscena è la seguente: è etico mettere al mondo un figlio? Un bambino è l’inizio o la fine di tutto? I temi sono molti ed esistenziali: la gravidanza, il parto, l’adozione, l’aborto, la genitorialità e il matrimonio sono solo alcune delle questioni chiave toccate dal magmatico flusso di coscienza dei due amanti. I due adulti vogliono prendere decisioni ragionate, sono consapevoli di essere informati e sensibili al futuro del pianeta molto più di altri e, come tali, restano preda di mille dubbi, pensano troppo a scapito di ogni possibile azione, in preda ad un equilibrio precario. Memorabili i silenzi eloquenti del giovane – interpretato da Davide Gagliardini- che si trova spesso paralizzato e inadeguato all’enormità del vivere,  o le montagne russe dell’umore di lei- interpretata da Sara Putignano- donna che mette in discussione tutto, anche il loro rapporto stesso, tra ansie e incertezze.

 

Il dialogo è serrato, non dà spazio alla noia e lo spettatore si trova a seguire ogni elucubrazione e proiezione tra escalation di rabbia, scuse, recriminazioni e gioia: sembra di essere dei silenti analisti della coppia mentre Venere e Marte tentano di parlare una lingua intellegibile a entrambi. Ce la faranno? Quando si lascia la sala, si ha un un’unica certezza: Macmillan conosce a fondo l’animo femminile… Per dirla all’inglese, questo teatro resta food for thought.

Chiara Cataldo

 

LUNGS
di Duncan Macmillan
traduzione Matteo Colombo
con Sara Putignano e Davide Gagliardini
regia Massimiliano Farau
produzione Teatro Due

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

Ivan Di Stefano. Non solo Uomini e Donne

Ivan Di Stefano è un imprenditore che si è...

ARIANNA ILARDI. Per una vita poliedrica

È stata definita “un’artista poliedrica”, e mai definizione fu...

Passa per gli enigmi la crescita della consapevolezza

Milano, Progetto Stanze Prosegue il nostro viaggio tra gli spettacoli...