“Un bacio dai tuoi papà”. Adozione e convivenza nel mondo 2.0

Data:

Roma, Teatro de’ Servi (Via del Mortaro 22 – Metro A Barberini e Spagna). Dal 29 marzo al 17 aprile 2016

Lo ammetto subito: sono andato a teatro non molto convinto. Non mi convinceva il titolo, non mi convinceva l’argomento, a cui tanti testi ammiccano furbescamente e di cui non se ne può più, sinceramente. Con queste premesse, Un bacio dai tuoi papà, in scena al Teatro De’ Servi fino al 17 aprile, rischiava di essere una serata sprecata, di cui oltretutto dover scrivere. La commedia di Gianpiero Pumo ha riservato invece non poche sorprese piacevoli. La storia è molto semplice, anche piuttosto scontata. Sebastiano e Daniele (Mauro Conte e lo stesso Pumo) sono una coppia che convive da qualche mese e il primo è ossessionato dall’idea di avere un figlio in adozione, scontrandosi con le difficoltà legali e burocratiche di prassi. L’arrivo della sorella del primo, insieme al marito, sembra una sorpresa ma più avanti si scoprirà che è stata tutta una macchinazione di Sebastiano per proporre a lei e al suo (di lui) compagno una maternità surrogata. Come se non bastasse, nella casa arriva la madre di Sebastiano, che non sa ancora, almeno sembra, dell’omosessualità del figlio ormai trentenne.

Ce ne sarebbe abbastanza per decretare l’ennesimo piattume drammaturgico sull’argomento più abusato e invece la commedia lascia trasparire tutta la sua freschezza, paradossalmente, grazie ad una regia di stampo “musical off” pur non essendolo, ma soprattutto alle interpretazioni dei protagonisti. Un cast affiatatissimo, di qualità, con un Mauro Conte eccezionale che per la prima volta ho visto in un ruolo brillante, dopo i successi in altri spettacoli drammatici, Valeria Monetti strepitosa e splendida conferma, Paila Pavese grande attrice e grande esperienza al servizio dello spettacolo. Il lavoro è centrato sulla parola e sulle interpretazioni, è evidente, ed il risultato paga, nonostante qualche clichè che affiora. Carlo Zanotti e Gianpiero Pumo, gli unici due che non conoscevo, sono stati una piacevole scoperta, assolutamente credibili nei loro personaggi ben disegnati dall’autore e ricchi di sfumature. Gran ritmo, qualche bella coreografia (l’odore del musical si sente, eccome), qualche momento di riflessione e di emozione e qualche sorpresa. Insomma, nonostante lo scetticismo iniziale, Un bacio dai tuoi papà, si è rivelato una commedia piacevole, ben costruita e ben diretta, che affronta con il sorriso e con rispetto argomenti pericolosi da trattare.

Paolo Leone

 

Compagnia Moliere presenta: Un bacio dai tuoi papà, di Gianpiero Pumo.

Con Mauro Conte, Gianpiero Pumo, Valeria Monetti, Carlo Zanotti e la partecipazione di Paila Pavese. Regia di Gianluca Ferrato.

Si ringrazia l’ufficio stampa del Teatro de’ Servi nelle persone di Carla Fabi e Barbara Ghinfanti e quello della Compagnia nella persona di Rocchina Ceglia.

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

L’Avvocato Carlo Taormina sul caso della bambina scomparsa a Firenze

Si pubblicano le parole di Carlo Taormina, espresse tramite...

Nadia Finotti, come diventare modella a 40 anni!

C’è un filo conduttore nella vita di Nadia Finotti...

“Caro Nanni”, poesia di Azelio Cantini

Ancora una poesia di Azelio Cantini, stavolta dedicata al...