“Centomila, Uno, Nessuno”: un viaggio nella vita di Luigi Pirandello

Data:

Al Teatro dell’Angelo di Roma dall’8 al 17 aprile 2016

Siamo abituati a sentir parlare di Luigi Pirandello e ad apprezzarne le opere fin da scuola, ma come spesso accade quando si tratta di uomini che hanno distinto la storia letteraria di un paese, si tende a dimenticarne o a trascurarne la biografia, quella più intima perlomeno. L’autore viene sostituito con ciò che ha scritto, la sua arte ruba la scena al suo stesso genitore. E così, quando pensiamo a Luigi Pirandello, ci viene subito in mente Il Fu Mattia Pascal, i Sei personaggi in cerca d’autore o l’Enrico IV e così via. Ma chi è stato davvero quest’uomo? Ecco: questa è una domanda a cui pochi saprebbero rispondere, senza considerare la banale replica che ci si aspetterebbe e cioè che Pirandello sia stato un drammaturgo, scrittore e poeta siciliano nato nel 1867 e morto nel 1936. In questo spettacolo che ribalta il titolo di un’altra sua famosa opera, ovvero “Uno, nessuno Centomila” (1926), vuole proprio entrare nel suo mondo poliedrico, esplorando dall’interno il suo universo con l’obiettivo di evocare il suo animo più profondo e la sua vera e autentica indole. E così, ecco che l’attore Giuseppe Pambieri, unico padrone della scena, con il suo carisma e il suo sapiente uso della voce realizza un ritratto dell’autore attraverso le sue opere in modo trasversale coinvolgendo narrativa, poesia e teatro. Emergono nei suoi ricordi e nella sua storia le figure che lo hanno circondato durante la sua esistenza, durante la sua infanzia delineando con sentimento e senza forzature il peso che quei legami hanno avuto nella sua vita, dal rapporto con la domestica a quello ostile e conflittuale con il padre e l’odio per la sua amante, dai turbolenti anni giovanili al periodo del soggiorno in Germania, dalle sue ossessioni erotiche al rapporto con la moglie che lo ha profondamente segnato.

Lo spettacolo rivela i segreti tumultuosi dello scrittore siciliano con le parole dei suoi personaggi, mettendo in luce proprio quei luoghi meno esplorati della sua essenza e personalità multiforme e tormentata.

Flavia Severin

Centomila, Uno, Nessuno

Drammaturgia e regia: Giuseppe Argirò

Aiuto Regia: Stefania Chessa

Con: Giuseppe Pambieri       

Videoproiezioni: Claudio Ammendola; Sara Angelucci    

 

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

1998-2018: vent’anni senza Lucio

“L'ARTISTA NON ESISTE, ESISTE LA SUA ARTE” (Lucio Battisti) Il...

“LAZZARO” IL NUOVO SINGOLO DI LAYZ

Zani Lazzaro, in arte Layz, nasce nel 1993 a...

“VIVALDIANA”, INTERVISTA A MAURO ASTOLFI

Al Teatro Carcano di Milano torna finalmente la grande...