Gaia Felotti, quando la fotografia è una… medicina

Data:

Se vi chiedete quale sia il suo sogno più grande, sappiate che la risposta vi sorprenderà. “Tra dieci anni mi vedo in corsia a salvare vite” è la risposta pronta di Gaia Felotti, 22enne milanese che nella vita studia medicina in inglese all’Università Vita-Salute San Raffaele. Uno dei suoi hobby principali è il fitness, “mi alleno 5 volte a settimana, nei periodi in cui non ho carichi eccessivi di studio. Mi piace mangiare bene e tenermi in forma”. E, in tutto questo, Gaia è una fotomodella che si sta mettendo in gioco non solo sul set ma anche su internet, partecipando ad un concorso che potrebbe proiettarla nell’Olimpo delle miss di Casa nostra. Lo studio è la sua priorità, ma oltre alla mens anche il “corpore” vuole la sua parte: “Curo molto me stessa, è ciò che mi fa stare bene. Ho una routine ferrea sulla cura del corpo, ma anche della mente, quando mi sento stressata o stanca mi basta un bagno caldo e qualche candela profumata per recuperare subito le energie e continuare la mia giornata”.

Eppure, la fotografia è anche un modo per esprimere te stessa.

Ho sempre amato la fotografia, io e la mia migliore amica abbiamo iniziato a scattarci foto al mare quando avevamo 16/17 anni, ma il primo vero set fotografico è venuto solo due anni dopo, sempre tramite un’amica che già lavorava nel settore da tempo.

Perché hai scelto o accettato di essere fotografata su un set?

Se mi avessero detto di scattare fotografie da sola, la prima volta non avrei mai accettato. Essere da sola in un mondo completamente nuovo, fa paura, e sinceramente, non conoscendo il fotografo ai tempi, non mi sarei mai fidata. Con la presenza di un’altra persona invece, l’esperienza si è rivelata assolutamente fantastica e divertente, e ho continuato.

Gaia_Felotti_corriere_dello_Spettacolo

Cosa ti ha dato e cosa ti ha tolto la fotografia?

Sicuramente la fotografia mi ha dato molta fiducia in me stessa, mi ha fatto amare di più il mio corpo e mi ha fatto anche conoscere tante persone nuove, accrescendo il mio bagaglio di esperienze. Mi ha fatto imparare quali sono i miei punti deboli e mi ha spinto a migliorarmi sempre di più. Purtroppo, nonostante molti mi sostengano, ha attirato anche tante cattiverie, e invidia, togliendomi a volte la voglia di continuare.

Com’è la tua quotidianità?

Per quanto possa sembrare monotona dall’esterno, mi riempie di gioia. Studiare medicina è sempre stato il mio sogno e ora si sta lentamente realizzando. Molti alla prima occhiata credono che io sia chiusa e scontrosa, in realtà con le poche persone che mi circondano sono solare e aperta, cerco di alleggerire alcuni pesi che tutti ci portiamo dietro.

Che gioie e soddisfazioni ti ha regalato la fotografia?

Il lavoro più importante è stato partecipare alla Fiera Lugano Sposi lo scorso inverno. Ho collaborato con un hairstylist di fama internazionale come Carmelo Spina e ho avuto l’onore di indossare abiti da sposa fantastici dagli atelier Tosetti di Como e le Spose di Mary. In quell’occasione ho sfilato con le ragazze dell’accademia TMT (Top Model Ticino), un’emozione unica, e ho addirittura conosciuto due ballerini fantastici che successivamente sono anche stati ospiti a Ballando Con Le Stelle. Veder ballare Elena e Anthony mi ha aperto gli occhi, anche se loro ballano bendati. Sì non ho dubbi, l’esperienza più importante da modella è stata senz’altro questa.

Quali sono i tuoi generi fotografici preferiti?

Quelli di fashion, non amo nè il nudo nè il glamour, nonostante mi siano stati proposti più volte. Credo che l’eleganza e la classe si vedano anche con i vestiti addosso, fortunatamente ho una fonte di abiti splendidi forniti da Dell’Orto Moda per tutti i miei ultimi shooting. Tuttavia non posso escludere che in futuro, se troverò il professionista adatto, non potrò provare a cambiare idea.

Qual è la fotografia più bella che hai realizzato… e quale quella che vorresti realizzare!

La fotografia più bella è senz’altro uno scatto di Daniele Dimiccoli al parco di Monza. Lui è il fotografo con cui per ora ho lavorato di più e con il quale mi sono travata meglio. In quello scatto in particolare indosso un abito color cipria di Nadine e la situazione era alquanto strana. Vicino al set è passata una classe di scuola elementare, e si sono levati vari gridolii del tipo “sei bellissima”, “sei bella come una stella”, “ma sei una modella?!”, un’emozione fantastica. Daniele ha catturato proprio il momento in cui sentivo tutte queste frasi.

Ho in mente uno shooting in piscina, la mia grande passione, vedremo se ne avrò l’occasione.

Sogni nel cassetto: dove ti piacerebbe arrivare?

Il sogno più grande, quello per il quale mi sto impegnando di più, è quello di diventare medico. Per me verrà sempre prima lo studio, rispetto alla fotografia e alla carriera da modella.

Daniele Dimiccoli Photographer

Concorsi di bellezza…  Perché ti piace metterti in gioco?

Ho partecipato a vari concorsi. Il primo in assoluto è stato in collaborazione con AST Promotion Agency, era Miss Ragazza Cinema OK e mi sono guadagnata la fascia di Miss Sorriso. Ero completamente impreparata, e poi è stato un vortice. Ho partecipato a Miss Bella di Notte dove mi sono guadagnata la fascia di Miss Pubblicità e l’accesso alla finalissima che si terrà il 25 Giugno. Ho anche preso parte a una delle selezioni di The Best Model of Europe, vincendo la fascia oro e la corona per quella tappa. L’ultima partecipazione ad un concorso è stata a Genova qualche settimana fa, a Miss Admiral Miramare insieme alle ragazze della AST Promotion Agency mi sono aggiudicata un altro terzo posto. Ora partecipo a Miss Race Champions Challenge, un’avventura tutta online, purtroppo i risultati sono segreti fino alla fine delle votazioni, ma spero di meritarmi un posto in finale, sarebbe un bel traguardo da aggiungere alla lista!

Cosa pensi di avere tu più delle altre ragazze?

Non penso di avere nulla di più, né nulla di meno rispetto alle altre. I canoni di bellezza standard non si applicano a tutti allo stesso modo, ma ho un passato da atleta agonista e forse posso vantare un pizzico di competitività in più delle altre concorrenti.

Tra dieci anni, dove ti vedi?

Tra dieci anni mi vedo in corsia a salvare vite, è l’obiettivo più grande. Magari avrò qualcuno al mio fianco e la casa tappezzata di belle fotografie, magari anche la fascia di Miss Race Champions Challenge?

Alberto T.

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

Salone dell’Auto di Torino… i nostri video

Il nostro Daniele Giordano direttamente dal Salone dell'Auto di...

Rosanna Salati – Ep Io Corro

Il ritorno di Rosanna Salati, promettente interprete e songwriter...