“Sotto falso nome”. Il mito di Carmen Syla rivive al Teatro India

Data:

In scena sabato 3 e domenica 4 dicembre 2016 al Teatro India di Roma

Tra danza e musica, Maria Inversi, autrice e regista, debutta in prima nazionale al Teatro India con il ritratto di Elisabetta di Wied (1843-1916) alias Carmen Syla, misteriosa regina e letterata:  “Elisabetta di Wied. Sotto falso nome”, un canto di libertà femminile, un tentativo di esistenza sensibile e, al di là degli oneri e contro i dogmi del potere, un inno alla libertà creativa. Libertà che è creatività, non aderenza, indocilità ragionata al luogo comune ed alle convenzioni sociali.

In scena nel ruolo della nobile scrittrice Valeria Mafera, sospesa tra realtà, leggenda e immaginazione e accompagnata dalla voce e dal suono alla chitarra di Virginia Guidi.

Bernardo Tafuri

ELISABETTA DI WIED. SOTTO FALSO NOME
3 dicembre ore 18 – 4 dicembre ore 21
Teatro India (via Lungotevere Vittorio Gassman, 1)
Testo, allestimento e drammaturgia musicale
Maria Inversi

Attrice e danzatrice: Valeria Mafera
Voce e chitarra: Virginia Guidi
Assistente alla regia: Maria Antonietta Trincucci
Foto: Andrea Christian Spano

Ufficio stampa, comunicazione e grafiche: Renata Savo
Traduzione dal romeno delle poesie e aforismi: Tatiana Ciobanu
Aiuto organizzazione generale Gaia Polidori
info Associazione Alfabeti Comuni | T. 338.942.41.43 info@alfabeticomuni.it
prenotazioni Teatro di Roma | T. 06 684000346
Siti web: http://www.alfabeticomuni.it/ ; http://www.teatroedonne-inversi.it/

Social: @MInversi (Facebook)

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

La libertà al centro del nuovo Tour di Caparezza

Palmanova, Piazza Grande, 7 luglio 2018 Siamo noi liberi? Il...

NOCI SONANTI: intervista ai registi Damiano Giacomelli e Lorenzo Raponi

Premiato al Biografilm Festival tra i “nuovi Talenti” con...

Lo splendore fisico dei ritratti espressivi in primo piano e scorci realisti di paesaggi...

A Palazzo Bonaparte, Roma Continuando nella sua meritoria attività culturale...