Anfiteatro Festival 2017, sesta edizione. La magia continua

Data:

Ci siamo! Torna, per la sua sesta edizione, il prestigioso Anfiteatro Festival di Albano Laziale, organizzato come sempre da Europa Musica, sotto la direzione artistica del Maestro Renzo Renzi, e fiore all’occhiello dell’amministrazione cittadina dei Castelli Romani, solitamente prodiga di eventi culturali durante tutto l’anno.

Immerso nello splendido scenario dei resti dell’Anfiteatro Severiano, un luogo magico, silenzioso, fresco (e di questi tempi non guasta), anche questa sesta edizione spazia in più generi per offrire al pubblico la possibilità di scegliere le serate (12) a cui assistere. Immancabile l’Opera lirica, autentico distintivo della manifestazione, con due grandi produzioni Europa Musica, Rigoletto e Tosca, gli spettacoli di intrattenimento brillante con Max Giusti e Antonio Giuliani, il teatro (che per quest’anno accantona la prosa a favore del musical), la musica popolare e quella d’autore, la danza.

10390043_10203600978458369_2558846955315430254_nMa procediamo per ordine. Ad aprire, il 27 luglio, un grande musicista quale Nello Salza, celebre per i suoi numerosi motivi delle colonne sonore di film che riproporrà al Festival con la sua tromba: C’era una volta in America, La vita è bella, Nuovo Cinema Paradiso, Gli intoccabili, The Hateful Eight e tanti altri, in quella che si prospetta come una prima serata raffinata. Il 29 luglio sarà Antonio Giuliani, con Peace, a divertire gli spettatori giocando con le nevrosi e le contraddizioni dei tempi attuali. Chiude la prima settimana Rigoletto, l’Opera in tre atti di Giuseppe Verdi, produzione Europa Musica che vanta imponenti effetti scenografici, per la regia di Gianmaria Romagnoli ed il baritono Carmelo Corrado Caruso nel ruolo del buffone di Corte. Si riprende il 3 agosto con un musical che  rimase impresso nei cuori di chi ebbe la fortuna di vederlo al Teatro Sistina di Roma alla fine degli anni 80, con un grandioso Gigi Proietti: I sette Re di Roma, straordinaria e divertentissima opera di Gigi Magni con le musiche di Nicola Piovani e la regia di Enzo Garinei. Speriamo che questo nuovo cast (di cui al momento non conosciamo la composizione) sia all’altezza di quanto rappresentato.

19601302_1584301511580555_5366086138142467029_nVenerdì 4 agosto arriva uno spettacolo suggestivo, un appuntamento con i canti, le musiche e le danze del Mediterraneo, portato in scena dai ventiquattro elementi di Algeciras, la Compagnia che fonde la tradizione del flamenco con quella della musica mediorientale con sei musicisti e dieci danzatrici: Algarabia è il titolo. Il 5 agosto Katia Ricciarelli sale sul palco dell’Anfiteatro Festival con il recital Ti canto l’amore, proponendo arie operistiche ma anche brani contemporanei di Lucio Dalla e Andrea Bocelli. La sera seguente, domenica 6 agosto, torna l’Opera con Tosca di Giacomo Puccini con la direzione dell’Orchestra Sinfonica Europa Musica affidata a Claudio Maria Micheli ed il Coro Lirico Italiano guidato dal Maestro Renzi. Nel ruolo di Floria Tosca, Paola Di Gregorio, bravissima interprete e amatissima dal pubblico dell’Anfiteatro e in quello di Mario Caravadossi Gianluca Zampieri. Volata finale dal 10 agosto, aperta con il buonumore di Max Giusti in Cattivissimo me. Curiosità per lo spettacolo allestito dall’Accademia Internazionale del Musical che l’11 agosto propone Musical Show, un viaggio tra i musical più amati di sempre, con più di venti performer in scena, diretti da Enrico Sortino, Annalisa Cucchiara e Matteo Montalto, su coreografie di Sara Cipollitti. Sabato 12 una nuova sorpresa, un live show multimediale con Beatlestory – Tribute Show, concerto che ripercorre la storia musicale dei Beatles con incredibile accuratezza dei dettagli che ci riporteranno negli anni 60 e 70. Non poteva mancare la pizzica e la musica popolare, affidata al gruppo Le tre meno un quarto, il 13 agosto, con Un pizzico di taranta. Chiuderà la sesta edizione del Festival, il 15 agosto, la Compagnia Nazionale di Danza di Raffaele Paganini, con Il Lago dei Cigni, su coreografie di Marius Petipa, rivisitato e attualizzato dal regista Luigi Martelletta.

Il Corriere dello Spettacolo, come nelle edizioni precedenti, cercherà di seguire tutti gli spettacoli in programma, pubblicando le consuete pagelle e le considerazioni finali.

Paolo Leone

Si ringrazia l’ufficio stampa della manifestazione, Comunicazione Integrata, nelle persone di Esa Ugazzi e Fabio Bruno

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati