Stefania Saettone, una fotomodella imprenditrice di se stessa

Data:

Se c’è una definizione che la identifica per davvero, è quella di “imprenditrice di se stessa”. Perché Stefania Saettone, al suo essere semplicemente stupenda, ha saputo unire la praticità tutta genovese di chi vuol far “fruttare” il buono (e il bello) che ha in casa. Ovvero, della sua bellezza ne ha fatto un autentico business. Eppure, in lei più che mai, oltre alle gambe c’è di più. Molto di più. Una laurea in Psicologia ottenuta con 110/110 e lode inclusa, una semplicità di fondo che per strada potrebbe pure farla sembrare timida ed imbarazzata, ma anche un’esplosione di comunicatività che sui social si è trasformata in quasi 100.000 follower e che dopo averle aperto il mondo della moda e della fotografia potrebbe spalancarle a breve anche quello della televisione. Tutto merito di un fascino fuori dal comune che ha saputo fare di questa 32enne nata e cresciuta all’ombra della Lanterna una delle social-influencer più importanti del momento, testimonial di tanti brand e di altrettanti shooting dove vince – anzi, stravince – sempre e comunque l’eleganza. Ma da vera imprenditrice, Stefania Saettone si è creata un sito super-professionale (http://www.stefaniasaettone.com) dove la sua bellezza è un business a disposizione di tutti i suoi follower. Vedere per credere. Insomma, Stefania si gode il momento ma punta in alto. E dopo un’estate vissuta in barca da cui ha regalato immagini mozzafiato del suo corpo per la gioia di tutti i suoi follower, si prepara per un settembre denso di novità. Se son rose fioriranno. E nella sua Genova, dove il clima è quello della Riviera dei fiori, il futuro sembra destinato a sbocciare.

Riavvolgiamo il nastro a quando eri una bambina timida…

Può sembrare strano ma era così. Sono stata una bambina timida, riservata, che ha sempre selezionato le sue relazioni. Sognavo di diventare una psicologa, avevo pochi amici del cuore e tenevo alla mia riservatezza. E anche oggi, che pure ho quasi 100.000 follower, per molti versi non sono cambiata.

A 16 anni però iniziano le prime occasioni per mettersi in evidenza.

Ho scelto di partecipare a sfilate e concorsi per vincere la mia timidezza. Ho partecipato a Miss Muretto, avevo superato le selezioni ma rinunciai a partecipare alla finale. Ho un carattere tosto, a quell’età ero già capace di compiere scelte anche controcorrenti. Di questo posso vantarmi.

Due anni di avventura nel mondo della moda, fino ad una lunga pausa.

Un incidente in motorino cambiò la mia prospettiva. Mi dedicai allo studio, mi sono laureata con 110 e lode in Psicologia, sono diventata dottoressa. Insomma, ero una “secchiona” felice di esserlo.

Insomma, sei una dottoressa pronta per esercitare la professione…

E proprio in quel momento mi arriva una pioggia di proposte per rientrare nel mondo delle foto, delle sfilate, della moda. Ho compiuto una scelta, quella di seguire la seconda strada. In più, la vita da modella mi avvantaggiava nel mio ruolo di essere moglie di uno straordinario uomo che capisce quello che faccio e mi supporta nelle mie avventure.

Così, da qualche anno fa, questa è diventata la tua professione a tempo pieno.

Un lavoro straordinario, che adoro perché mi permette di esprimere il mio esibizionismo in un contesto ristretto, collaborando con professionisti esemplari. Penso ai tanti fotografi con cui ho realizzato workshop, shooting e modelsharing, ma penso anche a chi mi ha voluta come testimonial per sue campagne pubblicitarie. Mi piace ricordare la stilista torinese Serena Poletto Ghella, o ancora attività genovesi fra cui il negozio di parrucchiere ZIC i cui manifesti avevano riempito tutta la mia città. O, ancora, la possibilità di essere entrata a far parte del cast del remake “Specie Mortale”, pellicola che proprio in questi giorni sta avendo successo in Cina.

Insomma, un’artista polivalente.

Sono un pesce ascendente gemelli, ho varie… facce! Per strada non si può nemmeno immaginare che sono proprio io quella che su Instagram ha tutti quei follower, ma non nego che il mio corpo mi piace e che nelle giuste situazioni mi piace esibirlo, metterlo in mostra.

Davanti alla macchina fotografica sei a tuoi agio…

Sì, mi piace. E il risultato finale… i miei fan lo approvano! Loro dicono che abbia un Lato B perfetto, io adoro i miei occhi ed i miei capelli. Certo, per la cura del corpo qualche sacrificio serve: su tutti, attività fisica tre volte a settimane. Ma sul cibo, nessun limite: la Nutella fa parte della mia dieta quotidiana…

Come ti piace vestire?

La notte… indosso solo gocce di profumo! Adoro essere casual di giorno, elegante e con tacco 12 la sera. E poi sempre curata quando si va in barca, un’eleganza che esalti la mia femminilità.

Come sei diventata personaggio social?

Per gioco, la verità è questa. Un anno e mezzo fa ho deciso di provare, oggi mi ritrovo con dei numeri che mai avrei immaginato. E con questi numeri, ho creato una azienda di cui sono la… protagonista. Certo, già solo i complimenti che si ricevono sono una straordinaria soddisfazione. In più tutti i miei follower sono veri, naturali, non c’è nulla di comprato come fa qualcuno… E viste le tante richieste che avevo, ho deciso di creare qualche materiale fotografico e video che appagasse la loro curiosità. Ecco che sul mio sito esiste uno shop…

Che prospettive vorresti avere?

Mi guardo e cerco di migliorare sempre, di correggere i miei errori. Ma anche osare in qualche avventura nuova: qualcosa bolle in pentola, si chiama televisione… per scaramanzia non diciamo nulla!

A proposito di curiosità: c’è qualche richiesta davvero strana che hai ricevuto in questi anni?

Diciamo che tante andavano oltre il limite dell’eleganza, quindi sono state tutte cestinate. Una invece l’ho realizzata: camminare ed essere fotografata con un vestito blu particolare, con uno spacco decisamente sensuale…

Essere un sex symbol ti piace?

Siamo onesti: a chi non piacerebbe? Sfido una donna a non essere soddisfatta di ricevere tante attenzioni… Io sono ancor più orgogliosa di questo perché i miei fans sanno che non potrei mai scadere nel volgare, sanno quali sono i miei limiti e qual è il mio modo di mostrare femminilità. E finchè si sta in questi binari, a me il gioco diverte… e voglio che continui rimanendo tale!

A proposito di continuare… per quanto?

Difficile immaginarlo! Se devo guardare al futuro mi auguro felice a livello personale e realizzata in ambito professionale. Dopo tutti questi anni vissuti nel campo della moda, farei fatica a tornare al mio lavoro di psicologa. E quindi spero di proseguire a lungo, e magari di conquistare anche il piccolo schermo…

Luca Fina

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

Condizioni, la mostra personale di Francesca Nesteri alla Galleria Triphè di Roma

La galleria Triphè presenta "CONDIZIONI", mostra personale di Francesca...

Federico Manzini. Tra l’arte culinaria e la sua FM Service

Sono appena tre anni che Federico Manzini è uscito...