“L’occasione”. Il sole può far capolino anche nella notte più buia

Data:

Roma, Ar.Ma. Teatro (via Ruggero di Lauria 22), dal 4 al 6 maggio 2018

Tuoni fragorosi aprono L’occasione, il bel monologo di Marco Cavallaro, in scena in questi giorni all’Ar.Ma. Teatro di Roma. Può piovere per 2 anni consecutivi, o per una vita intera, se il sole dentro di noi si è spento. Luoghi comuni, routine, camminare al buio senza riuscire a trovare il motivo della fine di una storia d’amore, niente più ha un senso, tutto è grigio, come il personaggio interpretato. Impermeabile alla Humphrey Bogart, valigetta 24 ore in mano, un lampione, la pioggerellina che sembra non finire mai Finchè L’occasione ci risveglia. Perchè c’è sempre un’occasione, che prima o poi ci trova. E’ il Marco Cavallaro che non ti aspetti, lui folle guascone del palcoscenico con le sue commedie pirotecniche, ci offre qui una storia che diverte, certamente, ma con uno spessore umano e una costruzione drammaturgica che non molla mai lo spettatore e che lo porta, con il sorriso e con un un crescendo esilarante, verso un finale molto toccante, inaspettato, sorprendente. Le cose della vita, che possono cambiarne improvvisamente il corso, nel bene e nel male. La presunzione dell’uomo di poter organizzare e predisporre tutto, quando basta un tremore della terra, una malattia, un crollo psicologico a rimettere tutto in discussione, viene ironicamente (ma non troppo) analizzata da questo testo di Cavallaro che meriterebbe uno spazio maggiore nel panorama teatrale.

 Un costante crescendo il suo monologo, aiutato da una bella scenografia girevole e dalla splendida voce fuori campo di Mary Cacciola, che lentamente lascia accomodare il pubblico, lo fa sedere con il protagonista e quando ha le difese allentate sferra l’affondo decisivo che da un senso a tutto lo spettacolo e lo rivela in tutta la sua bellezza emotiva e drammaturgica. Tutti i pezzi del puzzle, disseminati durante lo spettacolo, si ricompongono nel quadro finale e rendono L’occasione uno spettacolo godibile, che lascia un segno nell’animo di chi vi assiste. E, ne sono certo, anche in quello di chi lo mette in scena.

Paolo Leone

Roma, Ar.Ma. Teatro (via Ruggero di Lauria 22), dal 4 al 6 maggio
L’occasione, di e con Marco Cavallaro.
Voce fuori campo di Mary Cacciola. Scene di Salvo Manciagli. Produzione esecutiva Lisa Bizzotto

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

Simona Coppa, fotografia e finezza

Capelli verdi, due dilatatori alle orecchie, sei piercing e...

Raffaella Cardaropoli tra le nuove promesse della musica colta

“La musica aiuta a non sentire dentro il silenzio...