Leonardo da Vinci, il genio del Rione Sanità. La mostra interattiva in occasione del cinquecentenario dalla morte del genio del Rinascimento

Data:

 Inaugurata sabato 1 dicembre 2018, alle ore 12.00, presso la Cripta del Complesso Monumentale Vincenziano in via Vergini, a Napoli, “Leonardo da Vinci. Il genio del Rione Sanità”, la mostra sulla vita, le macchine e le opere del genio del Rinascimento italiano, a cura di Tappeto Volante, in collaborazione con l’Associazione Getta la Rete. Il complesso Vincenziano, situato nel cuore della sanità, vanta la firma di progettisti come Michelangelo Giustiniani e Luigi Vanvitelli ( Reggia di Caserta) e custodisce al suo interno molti tesori,, come un ampolla del sangue di San Gennaro, patrono di Napoli.

L’esposizione – che è stata inserita tra le “iniziative di maggior interesse nazionale” in occasione del cinquecentenario della morte di Leonardo da Vinci – comprende le macchine realizzate artigianalmente dalle sapienti mani del Maestro Mario Paolucci, su progetti originali di Leonardo da Vinci, sia in scala che a grandezza naturale e realmente funzionanti, insieme alle riproduzioni dei capolavori e dei codici.

La mostra, patrocinata dalla Municipalità 3 del Comune di Napoli, consente di ammirare da vicino e utilizzare i macchinari per il volo, tra i quali il predecessore del paracadute, una bicicletta, una sega idraulica e molte altre invenzioni del genio di Leonardo da Vinci. C’è anche il carro armato, il cuscinetto a sfere, l’odometro, la bombarda e tanto altro ancora. Ciò fa capire, quanto Leonardo sia un genio in tutti i settori non solo dell’arte, ma della scienza, della geometria e anche un certo grado di genio bellico, avendo anticipato molte armi potenti.  Negli ultimi anni della sua vita, oltre alla realizzazione della Gioconda e di quell’emblematico sguardo e sorriso della Mona Lisa, Leonardo sviluppo già 500 anni il desiderio che l’uomo potesse un giorno volare  e fece anche dei primi esempi di modelli.

L’esposizione si pone l’obiettivo di divulgare l’opera del grande personaggio del Rinascimento che fu pittore, architetto, scienziato, inventore, scultore, scenografo, musicista e di cui, nel 2019, si celebra il cinquecentenario della morte.  Leonardo veniva da una famiglia di 16 fratelli( solo due donne) e nessuno sviluppo il suo genio ed inoltre l’inventore non ebbe mai ne una moglie ne dei figli e non esistono dunque suoi eredi. Un parente alla lontana però è il regista Zeffirelli.

Dall’arrivo nella bottega del Verrocchio, all’Annunciazione, all’incompiuto Arrivo dei Magi, all’incontro con la famiglia dei Medici, il trasferimento da Firenze a Milano, all’Ultima Cena, La dama con l’ermellino e La Madonna dei fusi, agli incontri col Macchiavelli e l’astio con Michelangelo, alla presunta omosessualità sospettata in seguito dal padre della psicoanalisi Freud, i suoi manoscritti non del tutto pervenuti fino alla sua morte. La mostra ripercorre tutte le tappe del genio del ‘500.

L’intero percorso espositivo, all’interno della Cripta del Complesso Monumentale Vincenziano, è reso ancora più emozionante da una suggestiva illuminazione artistica e dalla guida di attori professionisti in costume d’epoca che, nei panni di Giorgio Vasari, Piero del Verrocchio o Isabella d’Este, accompagnano il visitatore attraverso epoche ed esperienze altrimenti perdute.

L’esposizione è interattiva, questo vuol dire che le macchine possono essere toccate e provate, per un fantastico “viaggio nel tempo” che ha l’obbiettivo di divulgare l’opera del grande personaggio del rinascimento. Inoltre la mostra  sarà accompagnata da una fascinosa illuminazione artistica e da particolari illustrazioni ad opera di attori professionisti in costume d’epoca.

Visitare l’esposizione rappresenta, inoltre, un’ottima occasione per vivere e scoprire la magia del Rione Sanità, luogo di storia e di bellezza, simbolo di una Napoli più verace e affascinante.

Il progetto è forte dei successi di Roma, Firenze, Milano, Matera, Abu Dhabi, Sidney e Wenzhou in Cina e ancora, di Matera, Salerno e Sorrento.

La mostra resterà aperta fino al 30 giugno 2019 dal mercoledì alla domenica, dalle 10.00 alle 17.00. La visita guidata con gli attori in costume è prevista ogni 45 minuti per massimo 40 persone a gruppo

La Mostra, curata da Domenico Maria Corrado è organizzata con la collaborazione dell’Associazione Getta la Rete e resterà aperta dal Mercoledì alla Domenica dalle 10.00 alle 17.00 e nei giorni Festivi e prefestivi. La visita guidata con gli attori in costume è prevista ogni 45 minuti per max 40 persone alla volta, pertanto per una ottimale fruizione si consiglia vivamente la prenotazione.

Marco Assante

Info e prenotazioni: 0818631581 – 3391888611 (anche WhatsApp) – http://www.tappetovolante.org/
Dal 1 dicembre 2018 al 30 giugno 2019
Tappeto Volante, in collaborazione con l’AssociazioneGetta la rete presenta
Leonardo da Vinci, il genio del Rione Sanità
 Cripta del Complesso Monumentale Vincenziano Via Vergini 51, Napoli

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

É uscito venerdì 10 novembre 2023 il brano “Lungomare a Napoli”

É uscito venerdì 10 novembre 2023 il brano "Lungomare...

Il musical “Jersey boys” sbarca con successo a Trieste

Trieste, Politeama Rossetti – Teatro Stabile del Friuli Venezia...

Elsa, la tv come sfida

  Tutto è nato grazie ad una partecipazione come valletta...