Nell’Oasi del Cilento la tredicesima edizione di Danzamaremito

Data:

Siamo in diretta da Marina di Ascea, location bagnata dal mare del Cilento a due passi dagli scavi archeologici dell’antica polis greca Velia. Un luogo bagnato dalla cultura con la musa Tersicore a farla da padrona ancora per qualche giorno, con uno stuolo di professionisti della danza a tu per tu con centinaia di giovani talenti provenienti dalle fucine dell’intera penisola. Un mondo della danza arenato dunque a Marina di Ascea, nella consolidata location dell’Oasi del Cilento per la tredicesima edizione di Danzamaremito, da cui in presa diretta raccogliamo le testimonianze di chi sta godendo di una danza a più tinte. Del resto le stesse direttrici artistiche Adriana Cava ed Amalia Salzano ci hanno già presentato l’evento internazionale tuttavia, con occhio criticissimo, ci aiutano a ripercorrere questi giorni intensi di danza, spettacolo e cultura a tutto tondo: siamo nel pieno dello svolgimento di Danzamaremito con la Signora Laura Comi, direttrice della Scuola di Ballo del Teatro dell’Opera di Roma, che subentra nelle lezioni al maestro Alessandro Bigonzetti che ha lavorato in maniera eccellente con i ragazzi nei primi tre giorni. E’ sicuramente motivo di grande orgoglio avere la preziosa presenza del maestro Bruce Michelson che sta rimontando un estratto dalla coreografia “Forgotten Land” di J.Kyliàn. E’ un privilegio poter offrire questa straordinaria opportunità di studio. Il 28 Agosto il maestro ha voluto mostrare a tutti i partecipanti il video originale del balletto eseguito dalla compagnia Nederland Dance Theatre, nella quale era peraltro uno dei protagonisti. La proiezione è stata preceduta da un bellissimo racconto della sua esperienza personale a contatto con il grande coreografo. Una piacevole rivelazione di Danzamaremito è stata altresì la presenza del giovane Luca Cesa, danzatore e insegnante che, con il suo laboratorio coreografico, sta suscitando grande entusiasmo nei ballerini con un lavoro molto articolato. Così come la numerosa presenza di bambini che ha partecipato alle lezioni della maestra Silvia Curti che, oltre alla lezione di tecnica di danza classica, tiene una lezione di repertorio creato esclusivamente per loro. Anche le lezioni dei piccoli sono accompagnate al pianoforte dal maestro Antonimo Armagno, presenza costante da alcuni anni allo stage Danzamaremito e, per molti di loro, è la prima volta che provano l’emozione di danzare accompagnati dal piano. Non ci sorprende tra le altre cose – chiosano le due direttrici artistiche – l’incredibile carisma di Martine Mattox, ospite fissa sin dalla prima edizione di Danzamaremito,a conferma della bellezza del patrimonio lasciato dal grande maestro Matt Mattox. Grande successo, infine, per le lezioni della dottoressa Annamaria Salzano, coadiuvata dalla dottoressa Fabiana Camuso, seguite con entusiasmo da un foltissimo numero di ballerini a conferma del prezioso e interessante lavoro proposto. La dottoressa Annamaria Salzano, sempre più ricercata per il sostegno fisico ai danzatori, è impegnata contemporaneamente in lezioni specifiche per un gruppo di insegnanti e coreografi provenienti da tutta Italia, proprio come nelle corde di queste tredici edizioni di Danzamaremito, perla tra le perle di un Cilento sempre più sazio di danza. Ultimi giorni di fatiche prima di ricominciare tutto da capo, con uno sguardo al passato di Danzamaremito ed uno al futuro delle nuove generazioni danzanti che hanno avuto l’opportunità di misurarsi con la danza che ha già riscosso successi in ogni angolo del pianeta. Ripresi anche dall’obiettivo di Maurizio De Nisi, ulteriore valore aggiunto di questa tredicesima edizione di Danzamaremito.

Massimiliano Craus

Foto di Maurizio De Nisi

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati