Un coriaceo ed aitante ARZACHENA espugna di rimessa L’ANCO MARZIO soffrendo contro un combattivo ma sfortunato OSTIAMARE (0-1)

Data:

Nell’ultima giornata d’estate caratterizzata da un cielo terso ed un forte caldo, l’undici lidense di MISTER SCUDIERI avrebbe voluto confermare le belle prove fornite contro il LATINA e il castadias nella vittoriosa trasferta di Muravera,però il desiderio è restato sulla carta essendo stato costretto a capitolare contro la compagine dell’algherese MISTER GIORICO perché più sincronica nei movimenti, atleticamente vigorosa e favorita dalla sorte. Il complesso isolano, retrocesso dalla lega pro, è completamente rinnovato ed ha i suoi punti di forza nel capitano RUZZITTU e nel registaderi, che sono stati determinanti nell’affermazione finale e che ha riscattato la sconfitta dell’esordio a BUDONI. I BIANCHI erano pure più riposati in quanto avevano saltato la gara contro L’APRILIA, che sarà recuperato in settimana, per cui erano più tonici e e scattanti di ASTOLFO e compagni che hanno impresso un ritmo sostenuto alla partita divenuta scorbutica,fallosa e nervosa per la carica agonistica d’entrambe le contendenti,schieratesi con il modulo speculare del 3-5-2. L’Andamento è stato piuttosto scorretto con interventi al limite, che hanno convinto l’arbitro FROSI DI TREVIGLIONELLA VAL BEMBRANA ad usare il cartellino giallo dopo una certa tolleranza all’inglese iniziale. Sono stati perciò ammoniti Mannoni e GENTILE per scorrettezze,poi RUZITTU e SANTON nella ripresa per condotta scorretta. La spinta dell’OSTIAMARE creava gravi disagi nell’area ospite con frequenti mischie sotto porta su percussioni laterali di Ferrari e  MastroPIETRO, che venivano salvate a stento da Gentile e SIRIGU in extremis sulla linea con la capitolazione del fortino gallurese che sembrava imminente. Invece improvvisamente andavano in vantaggio i SARDI che sfruttavano un abile e brillante contropiede dello scattante Pozzebon che dal settore destro s’accentrava e con una sventola a mezz’altezza di Pozzebon, lasciato in avanscoperta insieme a Rossi, impegnava in tuffo Giannoi che respingeva in corner e sul terzo consecutivo di Mennoni da  sinistra la difesa di casa, restava imbambolata, nessuno saltava Esteri bruciando Giannini, uscito in modo incerto depositava di testa in rete. La reazione dell’OSTIAMARE era rabbiosa e le occasioni per pareggiare si sprecavano sulle facili incursioni del trainer e prima SIRIGU salvava su testa di FERRARI, poi sul finale del tempo il pallone non entrava per autentica beffa da un passo. Rivelatore delle vere potenzialità dell’Arzachena sarà lo scontro in casa con il Lattedolce, mentre L’Ostiamare dovrà farsi onore a Sassari contro La Torres.

Giancarlo Lungarini

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati