FLORA STILE, UNA MAMMA DA TV… E PASSERELLA

Data:

Mamma, quattro figli, tre grandi passioni: la tv, la fotografia e le moto. Ma non solo. Amante del ballo, pronta a mettersi in gioco in un concorso di Miss, travolgente sui social dove si sta ritagliando una fetta sempre maggiore di followers. Insomma: Flora Stile è uno dei volti belli (anzi, bellissimi…) dello spettacolo di casa nostra. Orgogliosamente campana, i suoi balli in tv e le sue foto sulle moto hanno fatto il giro del web. Ma lei, abituata a restare con i piedi per terra, non si monta la testa pur continuando a sognare…

Riavvolgiamo il nastro… presentati!

Sono Flora Stile, ho 42 anni, sono di origini napoletane ma vivo in provincia di Salerno da qualche anno. Sono operatrice turistica, e faccio la mamma a tempo pieno.

Una mamma… da passerella!

Miss Mamma nel 2019 è stata una esperienza divertente, da ripetere di certo, e mi ha dato l’opportunità di conoscere ed entrare pian piano in un mondo che trovo fatto per me. La vanità, la voglia di essere un po’ diversa, fanno il resto.

Eppure in passerella sei riuscita a conquistare pubblico e giuria.

Miss Mamma è stato un gioco fatto per ‘’rompere il ghiacciò’. Mi sarebbe piaciuto portare qualcosa di diverso alla prova di simpatia, ma è andata cosi: un paio di barzellette, ma traspariva bene tutta la mia emozione è spontaneità. Il tono di voce non perfetto, la cadenza alle volte affrettata, la gestualità quasi inappropriata, hanno comunque dato alla mia performance qualcosa di particolare…

Anche grazie a questa esperienza si è aperto il piccolo schermo.

La TV come mezzo per transitare l’immagine è formidabile. Il poco tempo a disposizione per me ha giocato un ruolo chiave per questa esperienza, limitandomi fortemente. Ma adesso che il tempo inizia ad aumentare, i figli hanno bisogno di meno attenzioni, e la digitalizzazione rende le cose più facili, tutto ciò da una ulteriore spinta per questa passione. Attualmente lavoro nel programma Italiamiasportlive, condotto da Gaetano Buonomo, che va in onda tutti i venerdì su Italiamia, canale 274 digitale, alle 20 e 30.

Perché hai scelto di metterti in gioco?

L’immagine proiettata nell’etere, e quindi registrata nella vita digitale, alle volte offre la forte sensazione di poter vincere le sfide con il tempo che passa. Ritengo sia un po’ come assicurarsi un po’ più di giovinezza, ed anche un ricordo nelle generazioni che verranno in modo da poter continuare a vivere ancora un po’, anche quando cosi non potrà più esse. Questo è fondamentalmente la forza che spinge la mia ricerca di apparire, e la TV dal canto suo risulta di grande impatto ed efficacia.

Eppure, ti sei tolta delle belle soddisfazioni…

Artisticamente parlando, credo che ognuno a suo modo ha la sua nicchia di artisticità: chi sa ballare, chi sa cantare, chi presentare, chi discutere di politica… Queste sono alcune delle caratteristiche che risultano più ricercate dai media, ma anche saper essere se stessi e sapersi rappresentare nella vita ordinaria, risulta essere una qualche forma d’arte al giorno di oggi.

Ti piacerebbe proseguire in questo cammino?

Riuscire a fare di questa cosa, che alla fine dei conti per me è un hobby, anche un ‘’lavoro” sarebbe un prestigioso obiettivo. Non nascondo che il timore di apparire banale alle volte è forte, ma spesso la vita ci nasconde anche belle sorprese, e la direzione giusta arriva facendo le cose, e la crescita professionale verrà da sè specie quando una cosa ti coinvolge nel profondo.

Come vedi il mondo dello spettacolo?

Il modo dello spettacolo oggi è cambiato molto dal passato: vanno moltissimo i reality, le trasmissioni che vogliono rappresentare la quotidianità. Alla affine mi accorgo che anche per questo il messaggio che passa  può degenerare in rappresentazioni che a tratti risultano grottesche e quasi autocaricatucaricaturevoli dei personaggi stessi che vengono rappresentati, e che cosi perdono di naturalezza e spontaneità. Di certo questo è un modo che è pieno zeppo di retroscena che sono spesso molto più interessanti delle storie raccontate.

Anche il mondo della fotografia è entrato nella tua quotidianità.

La Fotografia è la rappresentazione di come vuoi essere ed apparire, riuscire a rappresentarsi per ciò che si immagina restituisce forti emozioni; personalmente non mi ritengo bellissima, anzi, alle volte non mi piaccio, ma trovare negli scatti quelli che meglio mi rappresentano, quello si che è appagante. Resta il fatto che la fotografia non è per tutti, o meglio non tutte riescono a immortalare chi vorrebbero essere, ed ecco che le immagini risultano goffe, brutte, inappropriate. I media, oltretutto, ci bombardano di stereotipi di immagine, complicando moltissimo le cose.

Anche sotto questo punto di vista, hai scelto di sfidare l’opinione pubblica…

Fotografarsi, farsi fotografare, rendere pubblica la propria immagine, mettersi in gioco ed essere un potenziale bersaglio di considerazioni critiche e magari anche di qualche apprezzamento, è una attitudine che bisogna averla di carattere: l’essere un po’ esibizionista aiuta, perché fa parte del gioco, ma non è una cosa che possono fare tutti o tutte. Saper godere anche delle critiche, è una caratteristica importante, alle volte ci si arriva perché si ha un carattere forte, altre anche perché si vuole vincere la propria timidezza, forse un po’ anche il mio caso.

Che rapporto hai con i social?

Mi piacciono molto i social, perché sono lo specchio dell’anima di chi pubblica: rappresentano l’immagine, le ambizioni, i desideri, i sogni degli utenti… in molti casi non è la realtà che viene rappresentata, ma è la realtà che si vorrebbe. Personalmente non mi reputo un influencer, ma la voglia di avere una vasta platea di ‘’discepoli’’ resta comunque forte per me.

Quale immagine vuoi veicolare?

Per quanto riguarda la mia identità, ed il messaggio che tendo a mandare, è quello di rappresentarmi nella vita privata, esaltando le molteplici sfaccettature della mia vita, la famiglia, la cucina, la cura del corpo, il tempo libero, gli interessi. Noi donne in genere abbiamo un mondo complesso fatto di  tante, tantissime sfumature, alle volte risulta anche difficile per noi stesse riuscire ad enfatizzarle tutte, ma personalmente preferisco sottolineare quegli aspetti che ritengo più rilevanti e che   in qualche modo escono un po dalla routine.

Nei social scegli di mettere sia pubblico che privato.

Voglio proiettare l’immagine di Mamma di una famiglia numerosa, che sembra aver fatto il patto con il diavolo per l’apparenza fisica che non rispecchia l’età anagrafica; ma voglio anche raccontare la passione per la moto, che specie in Italia non è cosi diffusa. Non tollero l’uso dei social per mortificare le persone, vessare ed offendere per il solo gusto insano di qualcuno di procurare dolore. Questa è una cosa odiosissima che non tollero affatto.

Lasciamo da parte tv, passerella e social. Che persona sei nel quotidiano?

Mi ritengo una donna molto fortunata: mangio, bevo, non faccio attività fisica esasperata, ma appaio più giovane dell’età che ho, speriamo ancora per molto. Mi piace essere notata, credo sia normale un po’ per tutte che faccia ricevere gli sguardi di ammirazione… poi se si riesce anche ad avere approvazioni per il proprio ego, è ancora meglio.

Come ti piace apparire in pubblico?

Le forme della donna sono quanto di più bello esista al mondo e vanno valorizzate: i vestiti devono adornare, definire, sottolineare questi tratti, non nascondere o mascherare. La società ‘’normale’’, la nostra, ci vuole comunque vestiti, quindi i vestiti devono essere adeguati al proprio carattere, al proprio stato emotivo. Io spesso passo molto tempo a pensare  ai vestiti: vestire per coprire, vestire per valorizzare, vestire per apparire, vestire per scomparire, alle volte magari non vestire proprio… Non è facile definire questa cosa per una donna che per l’immagine ha un debole.

Cosa ti immagini dal futuro?

Vedremo, la parola d’ordine è divertirsi, poi tutto verrà da se. Per fortuna ho una situazione alle spalle che mi da la serenità di potermi dedicare a questa cosa: ho un marito che mi appoggia, e mi incoraggia se serve, ho una famiglia che sembra essere felice, una casa che mi piace, ho una mia moto per liberarmi dai pensieri negativi e quindi guidare la vita sulle strade che preferisco, e per quanto alle volte la vita può apparire brutta, con l’atteggiamento giusto ed un po’ di sano realismo, si può anche trarre qualche inaspettato insegnamento…

Luca Fina

 

CONTATTI SOCIAL
https://www.instagram.com/flora_stile/

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

Anglomania italica: il parere di Vittorio Coletti

Non molto tempo fa, Vittorio Coletti - famoso linguista, lessicografo...

KRISTINA NACI, UNA RAGAZZA SOTTO I RIFLETTORI

Corpo da sogno, sguardo intrigante e sorriso da copertina....

Priscilla Salerno: imprenditrice, produttrice e attrice hard

Imprenditrice, produttrice e attrice hard. Basta questo per capire...

“Le sorelle Macaluso” di Emma Dante, in siciliano, ospite al Teatro Sloveno per il...

Trieste, Politeama Rossetti, Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia,...