Quotidiano di Cultura diretto e fondato da Stefano Duranti Poccetti nel 2011

Alessandro Preziosi per “La Spezia Estate Festival” porta in scena “Prometeo”, il Titano che per il bene dell’uomo si oppose all’autorità divina

Data:

In scena il 30 luglio alle ore 21,30 in Piazza Europa (La Spezia) per “La Spezia Estate Festival”

Alessandro Preziosi porta in scena “Prometeo”, una lettura teatrale creata per raccontare l’eterno dilemma dell’uomo nel dipanarsi tra il bene e il male. Il Titano Prometeo è l’eroe di una famosa trilogia: Prometeo Portatore di fuoco, Prometeo Incatenato, Prometeo Liberato. Purtroppo delle tre tragedie di Eschilo due andarono perdute ed è rimasta solo il “Prometeo Incatenato”. Prometeo che letteralmente tradotto significa “colui che riflette prima”. Il suo è un nome parlante un “nomen omen “il nome è un presagio”. Il destino del Titano è racchiuso nel suo nome perché la sua dote è quella di prevedere le cose che accadranno prima dei comuni mortali e di Zeus stesso. Il gesto del Titano è rimasto epico per la sublimità che trasmette, perché rappresenta colui che eroicamente si batte per una causa che ritiene giusta al punto da mettere a rischio la propria incolumità. Invece Zeus che è da sempre considerato garante di giustizia ed equità in questo caso si manifesta un terribile aguzzino. Il recital di Alessandro Preziosi non si focalizza solo sulla tragedia di Eschilo. Il nuovo percorso drammaturgico spazia attraverso la storia più o meno contemporanea dove permangono vari dialoghi con al centro il dubbio che perenne affligge ogni pensiero e comportamento umano. Alessandro Preziosi con Tommaso Mattei ha pregevolmente seguito un percorso antologico.
“Una rilettura moderna del mito di Eschilo, con citazioni di Simon Weil, Goethe e Byron in una contestualizzazione storica che ci può fornire altre chiavi di lettura e diviene il simbolo stesso della condizione esistenziale umana, della sfida alla legge divina ed umana, ma è anche metafora del pensiero libero, svincolato dal mito e dalle false e bugiarde mitologie. Prometeo rappresenta l’uomo contemporaneo, che non rispetta le leggi e vuole ottenere di più facendo di testa propria, usando l’astuzia, incurante delle conseguenze. Prometeo racchiude un insieme di sentimenti moderni e contrastanti frutto di un discorso che raggruppa un unico tema: la nascita e la consapevolezza della coscienza dell’uomo.”
Il Prometeo di Preziosi e Mattei è una pregiata lettura teatrale culturalmente invitante, ritmata da un geniale maestro come Alessandro Preziosi.

Giuliano Angeletti

 

PROMETEO
Produzione: Khora teatro
Di Alessandro Preziosi e Tommaso Mattei
Con Alessandro Preziosi

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati