“TONIGHT”: IL NUOVO SINGOLO del regista e cantautore MAX NARDARI

Data:

Un aspetto bello del mio lavoro con il Corriere dello spettacolo è la possibilità di incontrare degli artisti che conosco e che seguo. Tra questi il grandissimo regista e cantautore Max Nardari.

Ciao Max, ben ritrovato al Corriere dello spettacolo. Ti faccio i miei complimenti per “Tonight” che è un singolo molto bello, ricco di atmosfera. Un pezzo divertente e ballabile, dalle sonorità funky che fa parte della colonna sonora del tuo film commedia sociale “Diversamente” (prodotto da Reset Production che è anche l’etichetta del disco) uscito a novembre 2021 in esclusiva su Amazon Prime. Proprio in occasione di questa uscita su Amazon Prime hai deciso di far uscire il video del brano. Un video attinente al film, che tra l’altro vede la presenza di una persona speciale della tua vita. Mi parli di questo video?

“Tonight” non è solo la colonna sonora del film. Infatti oltre ad ascoltare il brano nei titoli di coda nel film (e anche nel trailer)è anche un bellissimo videoclip che puoi vedere sul mio canale youtube, a cui ti invito ad iscriverti: https://www.youtube.com/watch?v=F_AqddSqPnE .
Parla di un viaggio astrale, in mezzo alle stelle alla ricerca di spensieratezza, che a mio avviso ci vuole in questo momento buio che stiamo vivendo. Ho voluto ancora una volta sfruttare la mia ironia per raccontare questo periodo in cui uno vuole scappare dalla realtà. Nel video c’è la presenza di mia madre che vola nello spazio insieme a me. Mia madre è stata il primo avvocato donna in Italia della Sacra Rota. L’ho fortemente voluta con me in questo video per omaggiarla, in quanto mi ha sempre sostenuto sul mio lavoro.

Precisiamo che “Tonight” non è solamente la colonna sonora del film, ma anche un singolo musicale che rappresenta un tuo ritorno alla musica.

Sì! “Tonight” fa da colonna sonora del film ma allo stesso tempo è anche un nuovo pezzo che esce dopo “Fragile” e “I need you”. Da registra/cantautore ritorno così con un nuovo singolo sempre prodotto dalla mia società.

Ti seguo e conosco anche “Fragile”, “I need you” e “Cento cose” è posso dire che sono tutti brani stupendi e ritmati. Invito il nostro pubblico ad ascoltarli perchè hanno una sonorità veramente speciale. Allo stesso tempo mi permetto di invitare tutti a vedere anche il tuo film “Diversamente” appunto che abbiamo citato prima. Tu fai tantissime cose da cantautore a regista, da regista a conduttore, tra l’altro fai tutto con simpatia, passione e professionalità.
Artisticamente sei molto creativo ma in quale di queste attività ti riconosci di più e come è nata la tua passione verso la creatività artistica?

Mi riconosco più come regista e sceneggiatore. La mia passione è nata, quando a scuola, alle superiori, disegnavo i fumetti e raccontavo delle storie, parlando di me e di quello che vivevo. Dalle vignette sono poi passato alla regia, dopo essermi laureato al DAMS di Bologna e da qui alla scuola del cinema a Roma. Quindi ho fatto un percorso che mi ha portato a raccontare delle storie sia attraverso la musica, sia attraverso la regia e sceneggiatura. Sono un regista e producer prevalentemente di commedie e amo quindi anche raccontare storie anche nei miei brani che ho voluto cantare in lingua inglese, con un rimando agli anni ’90. Insomma in questo progetto c’è tutto un percorso mio che si collega tra cinema e musica. L’importare è poter dare un messaggio. Mi piace scrivere quello che canto, come fosse la sceneggiatura di un film che dirigo. Ciò che creo nasce spontaneamente, da vissuti personali. La regia segue la scrittura, la canzone segue la scrittura. Tutto ciò che creo si sviluppa quindi da un’idea.

Hai scritto persino un libro che uscirà a breve, nel 2022 in esclusiva sempre su Amazon. Cosa mi dici di questo?

Sì! Il titolo è “Meglio fare cento cose bene che una male”. È un libro ironico, racconta anche la mia storia, ma è anche un manuale rivolto ai giovani che vogliono intraprendere la carriera di artista cimentandosi in molteplici forme.
È un libro che sicuramente comprerò e di cui parleremo presto anche qui. Un libro che – come mi hai detto – vuole incoraggiare le persone, proprio in un momento così difficile, in cui non è facile credere nei propri sogni. Per questo ti ammiro molto, perché scrivere per donare agli altri – soprattutto ai giovani – è veramente un grande gesto di nobiltà e di grande cuore.

Che consiglio dai hai giovani che vogliono intraprendere la tua stessa carriera?

Seguite il vostro cuore. Continuate ad andare avanti anche se troverete inevitabilmente degli ostacoli, fatene la vostra forza e cercate di dare priorità ai progetti più importanti. Pian piano li riuscirete a realizzare tutti, ma ci dovete credere.

Grazie Max per la bella intervista. E ora riassumiamo, per chi non la conosce, la carriera di Max.
Max Nardari è nato a Padova, si laurea al DAMS di Bologna con una tesi su Pedro Almodovar. Trasferitosi a Roma si diploma in regia presso la NUCT di Cinecittà e in sceneggiatura presso la RAI. Nel 2003 fonda la sua casa di produzione cinematografica Reset Production srl con cui produce vari film, cortometraggi, documentari, spot e videoclip musicali. Dopo aver prodotto vari cortometraggi a tematica sociale per la RAI, gira il suo primo film, “Liubov Pret-a-Portè”, una coproduzione internazionale, che esce nel 2017 in Russia in 470 sale e a seguire in Italia nel 2019 con il titolo “Di tutti i colori”. Nel cast Alessandro Borghi, Giancarlo Giannini, Nino Frassica, Paolo Conticini e Tosca D’Aquino.
Nel 2017 con la Reset produce, scrive e dirige il suo secondo film “La mia famiglia a soqquadro”, distribuito da Europictures, con protagonisti Marco Cocci, Eleonora Giorgi e Ninni Bruschetta, per cui riceve svariati premi internazionali fra cui il Festival di Tokyo 2017 e Il Leone di Vetro alla 75ª Mostra Internazionale del Cinema di Venezia come miglior regista ed eccellenza veneta.
Nel 2018 viene nominato Direttore Artistico del Festival del Cinema Italo Russo Premio Felix che si svolge ogni anno a settembre alla Triennale di Milano. Conduce anche il festival con diverse presentatrici tra cui Elisabetta Pellini (2019) e Arianna Bergamaschi (2020). A luglio 2019 viene nominato Direttore Artistico del Festival Sabaudia Studios. Conduce anche il festival con diverse presentatrici: Tosca D’Aquino, Flora Canto, Matilde Brandi e con la presenza fissa di Enrico Brignano. Nel corso degli anni Max è anche autore musicale e regista di molti videoclip per tanti artisti anche internazionali come Lean e Jachynthe. In italia è autore per Raf e Simonetta Spiri, e gira videoclip per Fabrizio Moro, Andrea Mirò, Luisa Corna e tanti altri. Dal 2020 è ritornato alla musica anche come cantautore con un brano in inglese dal titolo “Fragile” e un videoclip in animazione realizzato durante il lockdown che presenta alla 77° Mostra del Cinema di Venezia e che vince una ventina di premi internazionali tra cui l’Andromeda Film Festival 2020 in  Turchia e il Resistance International Film Festival in Iran. Nel 2021 escono i suoi singoli “I need you” e “Cento cose” che precedono l’album in inglese di prossima uscita. Inoltre esce “Diversamente”, ossia il suo terzo film prodotto sempre dalla Reset production, che possiamo trovare in esclusiva anche sulla piattaforma Amazon Prime, Nel cast: Alessandro Borghi, Euridice Axen, Michela Andreozzi, Simone Montedoro, Denny Mendez, Giorgia Wurth e Claudia Zanella. Contemporaneamente Max lancia “Tonight”, il suo nuovo singolo (disponibile in radio dal 10 dicembre) che fa da colonna al film “Diversamente”.

Potrei dire la classica frase “credere in sé stessi” ma poiché non è facile poiché quando tu non hai un riscontro dall’esterno “credere in sé stessi” è molto difficile. Allora bisogna vedere cosa accade quando si crea un qualcosa, bisogna comunque confrontarsi con un pubblico. Io ho smesso di far musica, perché a un certo punto a 25 anni non ero passato a Saremo giovani e mi ero buttato giù e lasciato la musica. Però ho fatto la regia e ora mi sono dilettato per tornare a far musica. Questo vuol dire che non è mai perso quello che si fa nella vita. All’epoca non era il momento giusto, adesso invece uno può mettersi comunque in discussione e inventarsi ancora una volta, creare qualcosa di nuovo. Quindi non è mai tardi, non è mai detto che nella vita una cosa sia finita per sempre o che sia quella. La vita è fatta di tante sorprese e tutti possiamo sorprenderci ogni volta. Sempre con qualcosa di nuovo e sorridere sempre alla vita. Poi bisogna essere sempre attenti ai dettagli, hai messaggi che la vita ci da, quello che accade, dico che bisogna ascoltare di più le nostre sensazione interne, non solo le cose che vengono dette superficialmente in questa società che è sempre molto superficiale.

Giuseppe Sanfilippo

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

Tutti pazzi per Tim summer hits

Migliaia di fan in delirio sotto il caldo di...

Qiu Yi, Luca Matti e Carlo Isola sono i “Visionari”

Qiu Yi nasce a Yantai, Cina, nella provincia dello...

Scene da Romeo e Giulietta, un percorso sulle parole di Shakespeare

Bologna, dal 25 ottobre al 26 dicembre 2016 Un progetto...