Una Cenerentola scintillante

Questo pomeriggio, domenica 4 dicembre 2022, al Teatro Carlo Felice di Genova, è andata in scena l’ultima replica di la Cenerentola, opera in due atti di Gioacchino Rossini, con la regia di Paolo Gavazzeni e Piero Maranghi, con la direzione orchestrale del Maestro Riccardo Minasi, direttore  ospite principale del nostro Teatro. Le scene e i costumi erano ripresi dallo spettacolo andato in scena al mitico Teatro Margherita di Genova, nel lontano 1978,opera del grande e indimenticabile maestro  Lele Luzzati.

Uno spettacolo  rilassante  e, come sempre, quando si tratta di Rossini scintillante… Impossibile annoiarsi o addirittura addormentarsi quando in scena c’è lui, il cigno di Pesaro. Molto bravo, specialmente nel secondo atto, il principe Ramiro, interpretato dal tenore Antonino Siragusa, scoppiettante nei crescendo rossiniani. Simpaticissimo e di buona vocalità il don Magnifico  di Marco Filippo Romano, con le due sorellastre Carlotta Vichi e Giorgia Rotolo, altrettanto simpatiche e scoppiettanti nei loro ruoli.
Cenerentola, interpretata da Hogni Wu, inizialmente ci è parsa  con una estensione vocale non eccezionale, ma nel secondo atto ha migliorato l’ampiezza vocale .Ottima la sua interpretazione scenica, a tratti drammatica a tratti comica.
Come sempre, il nostro coro, diretto dal Maestro Claudio Marino Moretti ha dimostrato Ottima vocalità nel suo collettivo e altrettanto Ottima drammaturgia scenica.
L ‘orchestra, come detto, diretta da Riccardo Minasi, ha sostenuto egregiamente  i cantanti e il coro. Molto belle le luci di Luciano Novelli.
Pur molto spartana nelle scene, grazie alle luci e agli effetti visivi, nell’insieme è risultato un lavoro coerente coll’ idea originale dell’opera, cavallo di battaglia del festival rossiniano di Pesaro, con la mitica regia di Ronconi.
Applausi fragorosi al termine dello spettacolo ,con molte chiamate in proscenio. Sala stracolma di pubblico ,con molti giovani melomani in erba…
Stefano Ceniti

<h2>Leave a Comment</h2>