“Il bandito di Firenze” di Alessandro Maiorano diventa un film

Data:

Sabato 18 febbraio 2023 a Firenze ci sarà un evento imperdibile. A Villa Medici infatti, alle ore 17.00, è in programma la conferenza stampa in cui si parlerà del nuovo progetto di Alessandro Maiorano, che si appresta a far diventare il suo libro Il bandito da Firenze in un vero e proprio film. Il volume ha avuto grande successo, anche in virtù dei fatti raccontati, che trattano una storia vera che vede coinvolti lo stesso Autore, il Professore Avvocato Carlo Taormina, Matteo Renzi e la Magistratura di Firenze.

Ma partiamo da lontano. Maiorano, prima di diventare scrittore, era stato dipendente comunale a Palazzo Vecchio dal 1979 al 2017. Evidentemente in quegli anni gli erano giunte voci di alcune scorrettezze amministrative compiute dall’allora Sindaco di Firenze. L’Autore ha approfondito le questioni e si è trovato davanti un vero e proprio mondo celato, tirando fuori tutto il marcio che era rimasto nascosto negli anni della storia di Firenze. Si deve al suo lavoro e a quello dell’Avvocato Taormina l’inizio delle indagini nei confronti di Renzi per aver attribuito incarichi dirigenziali del comune a persone che non ne avevano in realtà i requisiti, fattore per cui nel marzo del 2022 è stato condannato; si deve a loro l’inchiesta Open come del resto quella verso i genitori dell’ex Sindaco.

Insomma, sono stati proprio Alessandro Maiorano e il famoso Avvocato Taormina, che, con i libri Il bandito di Firenze e L’usciere maledetto, quest’ultimo un vero e proprio best seller tradotto anche in inglese, hanno dato avvio alle indagini che hanno portato successivamente alle accuse verso l’imputato, libri che si sono rivelati delle linee guida per le forze investigative. Tutto questo però non certo senza ripercussioni nella vita di Maiorano, che ha subito ben diciassette perquisizioni, accuse di terrorismo, processi. Per fortuna l’Autore è riuscito a dare un senso a questa negatività, trasformandola in positività attraverso la scrittura.

Maiorano ha dato poi alle stampe un altro libro dal titolo Gli amici miei di Firenze, per creare in un secondo tempo un’opera molto particolare, vale a dire il fumetto Il diavolo e l’acquasanta, coi disegni di Vito Ventura, intento a riproporre la vicenda de Il bandito di Firenze sotto un’altra forma artistica.

Dopo questo percorso non poteva che arrivare l’idea del film. La sceneggiatura è già pronta e ora manca solo chi voglia produrla. Vi aspettiamo allora sabato 18 febbraio 2023 alle ore 17.00 presso la Villa Medici di Firenze per un evento unico.

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

Io, Moby Dick di Corrado D’Elia, un piccolo libro da tenere sul comodino

Infatti potremmo definirlo un ‘breviario’, un testo da tenere...

Giulia, la fotografia fra fascino e eleganza

  È iniziato tutto come un gioco e una sfida...