BOOM! Guernica

Data:

Lo spagnolo per la Spagna.

Guernica.
Cos è, chi è?
Ma come? Che domande sono?
Guernica è un luogo, una cittadina basca anche se, per molti, è innanzitutto una delle opere più importanti di Pablo Picasso.

Dunque…

1937, dell’arte già era l’asso mondiale el senor Picasso Pablo da Malaga ed al suo estro,come un astro, venne dato incarico di realizzare un’opera che rappresentasse la Spagna all’EXPO 1937 di Parigi.
Venale e mai banale, il nostro amico geniale accettò l’incarico in gennaio.
Fine marzo e la tavolozza ancor piangeva,nessun capolavoro sembrava voler uscire dal talento del sommo Pablito che da Parigi, dove viveva, osservava la rudezza della tragica guerra civile spagnola.
Repubblicani contro Franchisti appoggiati dai Nazisti.
Che tristezza.
Che amarezza.

Poi…
BOOM!
Guernica.

Un bombardamento a tappeto di due ore effettuato dai Nazisti alleati di Franco sulla città abitata pressoché soltanto da donne e bambini – gli uomini adulti erano al fronte – disintegra tutto, tutto distrugge, affligge l’umore di Picasso che, informato della tragedia, accende il suo genio ed in meno di due mesi compie un’opera imponente, pesante e potente che come bomba d’arte non esplode sul suolo a crear macerie ma dirompe nei cuori del mondo.

Cos è l’ispirazione?
Semplicemente una scintilla magica…

349,3 per 776,6 cm di denuncia, solidarietà, passione, rabbia in tonalità di bianco, nero e grigi.
I colori sgargianti sono i grandi assenti nell’opera perché la barbarie degli uomini non merita colori.

Terminata giusto in tempo ed esposta, la Guernica di Picasso ricevette addirittura qualche critica – che opera d’arte sarebbe senza una critica, su!
È il minimo sindacale…
Cominciò, però, un tour mondiale come il miglior cantante pop o gruppo rock dei giorni nostri che servì a far conoscere ancor meglio al mondo cosa stesse succedendo in Spagna.

Infine,un ultimo dispettuccio Picasso riservò a Franco,ossia impedì che la sua Guernica rientrasse in Spagna finché il Generale dittatore fosse al Governo.

Di fatto, ”Guernica” rappresenta una ispirazione,una protesta,rappresenta il talento messo a disposizione dei popoli,la ribellione alla crudeltà e l’indolenza magica dell’artista come supremo baluardo di civiltà.

Guernica si trova adesso,come desiderato da Pablito, al Museo Reina Sofia di Madrid ed il trasferimento in Spagna dell’opera avvenne solo successivamente alla morte di Franco e,sfortunatamente,anche a quella di Picasso.

L’arte è sempre sarà la più potente e permanente forma di espressione,la comunicazione assoluta ed i concetti espressi dall’artista iniziano a palesarsi ad opera ultimata per non terminare mai.
“Guernica” ti sta parlando,ascoltala.

ROViRO’

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

14 maggio 2000: e Giove Pluvio tuonò “Lazio”!

Tra le tante cose di cui il coronavirus ci...

“Alfabeto Runico”. Il trio arriva al suo primo disco

"Alfabeto Runico" è un gruppo formato da due contrabbassi...

Buon compleanno Fabio Lamborghini!

Ieri, 19 aprile, è stato il compleanno di Fabio...