Notice: A non well formed numeric value encountered in /web/htdocs/www.corrieredellospettacolo.net/home/wp-content/plugins/td-social-counter/shortcode/td_block_social_counter.php on line 1176

Chiara, l’imprenditrice a passo di danza

Data:

 

Un concentrato di energia, fascino e imprenditorialità. Chiara Bergamelli ha 32 anni, carisma da vendere e una passione innata per la danza che l’ha portata a conquistare titoli nazionali e poi, da giovanissima, ad aprire uno spazio tutto suo (Dance for love) in cui trasmette questo mondo a chiunque voglia avvicinarsi. Ha studiato Design e Discipline della Moda, ma ha soprattutto capito l’importanza del messaggio sociale – oltre che sportivo – del ballo: ed è così che anche grazie ai social è diventato un autentico punto di riferimento per chi veda nel movimento un mezzo di espressione e di crescita personale.

Come inizia il tuo rapporto con la danza?

Tutto inizia in tenerissima età, quando fu mia mamma a spingermi a muovere i primi passi in questo mondo. Era sufficiente che mamma accendesse la radio e io… iniziavo a ballare, era davvero una vocazione che sentivo! Da allora, non ho più smesso! Ma posso solo dire grazie al ballo che mi ha portata a una crescita personale e professionale. Con tenacia e impegno, attraverso la passione e la costanza, l’hobby del ballo è diventato la mia professione principale.

Ed infatti oggigiorno…

La danza mi ha portato a essere oggi una donna imprenditrice, precisa, attenta e altruista. Oggi, tutto il mio bagaglio di esperienze lo metto a disposizione dei miei allievi agonisti e non.

Perché il ballo, anche per te, è stato passione ma anche qualcosa di decisamente più serio…

Quando avevo solo 5 anni, mia mamma mi ha iscritto ai corsi di salsa e bachata, a 7 anni mi sono avvicinata alle competizioni allenandomi in una scuola a Bergamo. Dopo il raggiungimento di diversi titoli regionali e nazionali, all’età di 14 anni ho iniziato ad affiancare i miei maestri nei vari corsi imparando così l’arte di insegnare. Da lì ho capito la mia vocazione all’insegnamento per poi all’età di 23 anni aprire una scuola tutta mia la: la “Dance for Love”, di cui naturalmente sono straordinariamente orgogliosa.

Ed è così che si è aperto il tuo ruolo di imprenditrice.

Gestire una scuola di ballo è una responsabilità impegnativa perché ci si interfaccia con le emozioni e le emotività delle persone di tutte le età. L’insegnamento mi dà grandi soddisfazioni, in quanto non c’è cosa più bella e gratificante nel vedere il cambiamento dell’allievo a livello tecnico e personale. Proprio questo desiderio di trasferire competenze ha fatto sì che io raggiungessi i diplomi da maestro di ballo e successivamente da ufficiale di gara per le danze standard e latino americane. Inoltre, questo percorso ad oggi mi vede impegnata quale presidente Midas Regione Lombardia.

Quanta fatica c’è dietro questi risultati?

Naturalmente ci sono molti sacrifici e capita di rinunciare a una parte della mia vita privata. Ma, d’altro canto, vivo in un mondo che mi regala quotidianamente gioie straordinarie. A mio parere la danza è tutto: ricerca dell’autostima, consapevolezza del proprio corpo, costanza e dedizione per il raggiungimento di un obiettivo preciso. E, ancora, la voglia di migliorarsi sempre, la capacità di mettersi in relazione e in confronto con gli altri. Tutto questo fa sì che i ragazzi non prendano cattive strade e non frequentino brutte compagnie. Non da ultimo, anche quando si è in questo mondo da anni, è importante rimanere sempre con i piedi per terra per evitare di credersi arrivati in una disciplina dove non si finisce mai di imparare .

Che ragazza sei nel quotidiano?

La danza porta a un continuo miglioramento della tecnica e ovviamente a una particolare dedizione del proprio corpo. Di conseguenza, mi piace vestire bene, curare il mio corpo ed essere al centro dell’attenzione senza cadere mai nel volgare. Adoro nei miei outfit saper portare con eleganza tanto un leggins con scarpe da ginnastica quanto un tailleur con tacchi a spillo.

Cosa caratterizza il tuo carattere?

Il fatto che io sono sempre me stessa, sempre e comunque. E poi, mi prefiggo sempre obbiettivi molto alti perché mi piacciono le sfide importanti.

Che rapporto hai col mondo dei social?

Non mi reputo una influencer, non dedico molto tempo ai social anche se raccontando della mia vita ho sempre avuto un buon seguito. Vorrei trasmettere semplicemente quello che sono: una persona schietta anche su temi delicati dove magari tanti la pensano diversamente da me. In generale, non ho paura di dire la mia, mi piace trasmettere allegria e mai parlare di cose troppo serie o pesanti.

Sui social metti in gioco anche la tua fisicità.

Non ho problemi a mostrare il mio corpo, anche perché essendo una ballerina quello è il mio biglietto da visita. In compenso, mi infastidisce la volgarità e la superficialità della gente. Al contrario, mi piace che attraverso i social la gente possa conoscere il mio lavoro e quindi avvicinarsi maggiormente a quello che faccio.

Cosa ti aspetti dal futuro?

Ho tanti traguardi da raggiungere, per scaramanzia tengo per me tutti i progetti. Ma, sicuramente, vorrei che la “Dance for Love” possa aprire nuove sedi, portando la nostra passione per la danza in altre città e creando così nuovi posti di lavoro ai futuri maestri.

Luca Fina

 

CONTATTI SOCIAL
https://www.instagram.com/chiara__bergamelli

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati